Brexit, il governo britannico valuta una tassa per l’assunzione di lavoratori Ue

Una tassa di mille sterline all’anno (circa 1200 euro) da imporre alle aziende inglesi per ogni lavoratore specializzato di un Paese Ue che assumono. È una delle misure al vaglio del governo britannico nel dopo Brexit. Ne ha parlato il sottosegretario all’Immigrazione, Robert Goodwill, intervenendo ad una commissione della Camera dei Lord. ... Fonte: La StampaLa Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....