La lingua del boss: zeffun, beverun e pono pomellato

Il boss delle cerimonie ha raccontato il costume di Napoli e della provincia e lo ha fatto nella sua personale, esclusiva e decisamente singolare lingua. Un mix tra dialetto vesuviano, cadenza tipica di Sant’Antonio Abate e uno slang inedito sono stati il tratto distintivo di don Antonio. Il suo modo di... Fonte: Vesuviolive.itVesuviolive.it
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti
Loading....