In caserma i parenti delle vittime: “È come vederli morire due volte”

Nella caserma dei carabinieri di via Manzoni sfilano a gruppi, uno dietro l'altro. C'è chi ha perso il marito, chi un familiare stretto, chi il padre come Giuliana. Fino a ieri mattina sapeva che suo padre Angelo, 69 anni, malato terminale, era morto ... Fonte: La StampaLa Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....