La storia di Angelo, italiano salvato dai migranti

Zaino in spalla, una pagina di giornale come biglietto da visita e la speranza di una nuova occasione: «È qui che date una mano ai migranti? Io sono italiano, ma non è mi è rimasto niente. C’è posto per me?». Angelo racconta il suo inaspettato lieto fine tra i sorrisi e qualche lacrima di commozione, rigirando tra le mani i doni appena ricevuti dai... Fonte: La StampaLa Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti
Loading....