Utente: Anonimo

Stazione ferroviaria a Porta Furba, Italia dei Diritti incontra il presidente del X Municipio

Esito positivo per la riunione con Sandro Medici richiesta per migliorare la mobilità. Discussa anche la rotazione intermunicipale dei vigili
, 28/09/2008 (informazione.it - comunicati stampa - politica e istituzioni) – Ha avuto luogo stamane l’incontro, annunciato la scorsa settimana, tra i vertici di Italia dei Diritti ed il Presidente del X Municipio Sandro Medici.

Il movimento nazionale, rappresentato dal presidente Antonello De Pierro, dal responsabile di Roma Alessandro Calgani e dal responsabile del X Municipio Francesco Bartolozzi, ha sottoposto all’attenzione di Medici due importanti proposte volte a migliorare la mobilità nella zona, su sollecitazione dello stesso Bartolozzi, che da tempo aveva riscontrato sul territorio tali problematiche. La prima riguarda l’ampliamento del parcheggio antistante la fermata metro di Anagnina, teatro quotidiano di scene da far west urbano che vedono gli automobilisti costretti a parcheggiare anche a un chilometro di distanza dalla stazione metropolitana a causa dell’esiguo numero di posti disponibili; la seconda, relativa alla costruzione di una fermata in zona Porta Furba per i treni regionali della FR4.

Entrambe le iniziative sono state ascoltate con indubbia considerazione dal presidente, che si è detto “felice dell’incontro e favorevole al dialogo con soggetti sociali che possano collaborare attivamente con il Municipio”.

Il progetto di allargamento del parcheggio di Anagnina, tuttavia, non sembrerebbe di facile attuazione, in quanto non sembra possibile estendere l’area deputata al parcheggio dei veicoli oltre la superficie già occupata. Italia dei Diritti si attiverà comunque, qualora ce ne fosse bisogno, nei confronti di Atac S.p.A., responsabile dell’area in questione, per migliorare se non altro la gestione dei posti disponibili, al fine di evitare i ritardi nelle corse degli autobus generati dalle soste selvagge.

Più attuabile sembra invece il progetto di creare una stazione ferroviaria a Porta Furba sulla tratta FR4, iniziativa che è stata accolta con grande favore da Medici: “Quello dei pendolari è un problema cronico di questo territorio e tra l’altro la realizzazione di quella fermata rientra già nel nuovo piano regolatore”.

Questo progetto, tuttavia, sembrerebbe non aver trovato ancora l’appoggio di RFI, società responsabile della gestione del tratto ferroviario che collega i Castelli con la stazione Laziali.

Italia dei Diritti chiederà quindi un incontro con le autorità amministrative competenti al fine di aprire un tavolo di concertazione nel quale discutere le modalità di attuazione della proposta.

“Sono molto contento dell’incontro e della disponibilità di Sandro Medici – ha dichiarato Antonello De Pierro, presidente di Italia dei Diritti – e spero che si instauri una collaborazione duratura tra il movimento nazionale ed il X Municipio”.

Dello stesso avviso Alessandro Calgani, responsabile di Roma: “Un rapporto collaborativo tra il movimento, l’amministrazione ed i comitati di quartiere è fondamentale per risolvere i problemi che ci vengono segnalati dai cittadini”.

De Pierro, a conclusione della riunione, ha chiesto il parere di Sandro Medici sulla proposta di rotazione intermunicipale dei vigili urbani e degli uffici tecnici sul territorio capitolino, battaglia che da tempo il movimento porta avanti, riscontrando il favore del Presidente del X Municipio: “Personalmente sono d’accordo con questa proposta e penso che il Consiglio Municipale potrebbe valutarla”.
Ufficio Stampa
dario domenici
italymedia
Roma Italia
ufficiostampa@italymedia.it