Il professionista dell’informazione nell’era 2.0

L’indagine condotta da AxiCom rivela che il 70% degli intervistati ritiene che i social network abbiano influito negativamente sui media tradizionali
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - information technology) – “Il professionista dell’informazione nell’era 2.0”: è questo il titolo del recente sondaggio online organizzato da AxiCom con l’obiettivo di analizzare come i nuovi canali social abbiano influenzato l’esperienza professionale di giornalisti e opinion leader.

Un intervistato su cinque ha affermato di aver iniziato ad utilizzare i social network per motivi professionali, e nonostante i professionisti dell’informazione valutino positivamente l’ingresso sulla scena di blog (80%) e social network (84%), tre quarti degli intervistati ha dichiarato che la loro utilità è senza dubbio sopravvalutata, sebbene il 62% di coloro che si definiscono blogger, siano in disaccordo con questa affermazione.

D’altra parte, il sondaggio ha mostrato come il 70% dei professionisti dell’informazione ritenga che i nuovi canali di comunicazione sociale abbiano influito negativamente sui media tradizionali, anche se - nel caso dei blogger - i pareri siano equamente divisi tra a favore e contro.

Di seguito, vi segnaliamo i dati più rilevanti emersi dall’indagine:
• Quasi il 75% concorda nel ritenere che i social network abbiano trasformato il valore dei mezzi di comunicazione.
• Il 42% ritiene che con i social network si perda il valore dello scoop.
Tra i vantaggi che emergono dal sondaggio, è opportuno evidenziare come i social network siano apprezzati perché:
• Garantiscono una maggiore immediatezza (92%)
• Favoriscono nuovi canali di diffusione (90%)
• Consentono all’informazione di raggiungere un pubblico più ampio (85%)
• Rappresentano un buon mezzo per reperire informazioni aggiornate (87%).

Inoltre:
• Il 56% utilizza Twitter come fonte di informazione e spesso come mezzo di diffusione dei propri articoli (60%).
• Il 52% dichiara che LinkedIn è il social network scelto per instaurare relazioni con persone e aziende di proprio interesse (52%).
• Facebook viene utilizzato per divertimento (53%) o per mantenersi in contatto con gli amici (66%).
• Google+, Tuenti, Xing, Hi5 o MySpace, non sono molto diffusi tra gli intervistati.

Per quel che riguarda i dispositivi più utilizzati a tal fine, primeggia il PC, tanto al lavoro (80%) che a casa (78%). Nonostante gli smartphone siano sempre più diffusi (57%), solo il 22% li utilizza per lavoro. Per quel che riguarda i tablet, il 30% ne fa uso (sia professionale che privato).

In ottica futura, il 76% pensa che entro i prossimi 5 anni i media online primeggeranno nel panorama mediatico italiano. Gli aspetti principali che definiranno il giornalista nell’era 2.0 e che ne garantiranno la sopravvivenza saranno la credibilità (43%) ed il rigore nel diffondere informazioni (25%).

AxiCom
AxiCom è la divisione europea della practice Technology di Cohn & Wolfe. AxiCom C&W offre consulenza strategica e implementazione operativa in Europa per alcune delle più note società nel mondo della tecnologia e delle telecomunicazioni fra le quali Dell, VMware, Red Hat, BT, ZTE e Samsung. La squadra di AxiCom è composta da oltre 80 specialisti di relazioni pubbliche, che lavorano presso la casa madre di Londra e le sedi in Germania, Francia, Italia, Spagna, Svezia e Benelux. Cohn & Wolfe ha acquisito il controllo di AxiCom nell’aprile del 2008. Per ulteriori informazioni: www.axicom.com

Axicom
Via Benedetto Marcello, 63 - 20124 Milano
Tel. 02.75.26.11.1
Chiara Possenti - chiara.possenti@axicom.it
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Allegati
Non disponibili
Le insidie che si celano nei social network nell’era della geo-localizzazione al Privacy Day Le insidie che si celano nei social network nell’era della geo-localizzazione al Privacy Day  -  Sarà infatti Monica Gobbato, noto avvocato esperto di privacy, a svolgere l’intervento dal titolo “Le insidie che si celano nei social network nell’era della geo-localizzazione” La socialità in rete vira verso nuove modalità di espressione,…
LexBook, il social network gratuito per gli avvocati 2.0 LexBook, il social network gratuito per gli avvocati 2.0  -  www.lexbook.it è un social network per avvocati che consente agli utenti registrati di dialogare tra loro in maniera innovativa utilizzando le piattaforme per la comunicazione oggi esistenti nonchè utilizzando applicazioni software dedicate per incrementare le potenzialità di…
Studilegali.it il social network dei professionisti a Vostro servizio Studilegali.it il social network dei professionisti a Vostro servizio  -  Studilegali.it mette a disposizione dei professionisti un social network dedicato ai professionisti per creare una propria rete interprofessionale,con possibilità di inserire video, annunci, news, articoli. E' possibile, inoltre, essere contattato on line dall'utente il quale…
Nasce Uday.it, social network per aziende e professionisti Nasce Uday.it, social network per aziende e professionisti  -  “Uday è un professional social network che offre, in modo semplice e veloce, l’opportunità di comunicare con qualsiasi categoria di lavoratore, utilizzando una videochiamata che può ospitare fino a 12 persone contemporaneamente! Con Uday puoi creare la tua pagina personale dove inserire…
Social network e Web 2.0: manager e professionisti italiani lo fanno meglio  -  Manager, professionisti e imprenditori italiani scelgono Viadeo, il social network online dedicato al business. Viadeo Italia – www.viadeo.it – registra infatti un tasso di crescita degli iscritti superiore alle media degli altri paesi, e in 10 mesi supera gli 80mila…
Loading....