Utente: Anonimo

NASCE IN SENATO “LA CARTA DI ROMA” CONTRO GLI ABUSI ALL’INFANZIA

Il prossimo giovedì 3 novembre in Senato, con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Presidente Renato Schifani aprirà i lavori del Forum Internazionale “The World’s Children and the Abuse of Their Rights”, un incontro straordinario, senza precedenti, per affrontare il crescente problema degli abusi all’infanzia.
Roma, 02/11/2011 (informazione.it - comunicati stampa - politica e istituzioni) - Il prossimo giovedì 3 novembre in Senato, con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Presidente Renato Schifani aprirà i lavori del Forum Internazionale “The World’s Children and the Abuse of Their Rights”, un incontro straordinario, senza precedenti, per affrontare il crescente problema degli abusi all’infanzia.
Il Forum, al quale parteciperanno le più autorevoli organizzazioni mondiali, numerosi esponenti delle istituzioni e della società civile, darà vita alla "Carta di Roma", un documento operativo e condiviso per la tutela dei bambini che sarà adottato a livello internazionale da Governi e Comunità Religiose.
In programma, a partire dalle ore 9.00, oltre all’intervento del Presidente del Senato, quello dei Ministri Francesco Nitto Palma, Roberto Maroni, Mara Carfagna, Franco Frattini (con un videomessaggio), del Vice Presidente del Parlamento Europeo Roberta Angelilli, del Presidente Emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick, del Cardinale Renato Raffaele Martino, Presidente Emerito del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, di Mons. Charles Scicluna, promotore di giustizia della Congregazione per la dottrina della Fede, di Margarida Sousa Uva Barroso membro onorario dell’Icmec di Ernest Allen, Presidente e Ceo ICMEC e di Ernesto Caffo, Presidente SOS Il Telefono Azzurro Onlus.

Il Forum Internazionale, organizzato da SOS Il Telefono Azzurro Onlus e dall’International Centre for Missing & Exploited Children (ICMEC), in collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’americana Mayo Clinic, vuole sensibilizzare l’opinione pubblica e i leader mondiali della politica e della società sui temi dei diritti dell’infanzia, progettando nuove strategie d’intervento globale per contrastare gli abusi sui minori, fenomeno in continua crescita in tutto il mondo. A 20 anni dalla ratifica della Convenzione sui diritti del Fanciullo, l’incontro rappresenta una importante occasione per riunire attorno ad un tavolo le istituzioni politiche, i soggetti privati e la società civile ed elaborare una nuova strategia contro gli abusi all’infanzia.

“Oggi le sfide sono sempre più complesse - spiega il prof. Ernesto Caffo - è necessario trovare delle modalità nuove con sistemi di allerta più efficaci per le situazioni di scomparsa di minori, con aiuti alle famiglie a cui è stato sottratto un bambino”.

Gli ultimi dati (settembre 2011) dell’International Centre for Missing & Exploited Children (ICMEC), sono allarmanti. Si stima che ogni anno scompaiono almeno 8 milioni di bambini, mentre 1,8 milioni sono vittime di sfruttamento sessuale. Almeno 1 ragazza su 5 e 1 ragazzo su 10 sono vittime di molestie sessuali prima dell’età adulta. Dal 2009, anno in cui è stato attivata la linea 19696 di Telefono Azzurro, sono state gestite dalla Onlus 570 situazioni di abuso sessuale (giunte alla linea 19696 di Telefono Azzurro e al 114 Emergenza Infanzia), ovvero, in media, 191 casi all’anno. Nello stesso periodo di riferimento, il servizio di Telefono Azzurro, che consente a chi naviga in Internet di segnalare contenuti inadeguati o potenzialmente pericolosi per bambini e adolescenti, ha accolto 5.768 segnalazioni: il 26% si riferiva a materiale pedopornografico. Per quanto riguarda invece il fenomeno dei minori scomparsi, Telefono Azzurro dall’attivazione, in Italia, nel 2009 del Servizio 116000 (numero unico europeo per i bambini scomparsi) ad oggi ha gestito 235 segnalazioni relative a casi di scomparsa, 153 di avvistamento e 50 di ritrovamento. Dai dati dell’Associazione emerge, inoltre, che il 52% dei bambini scomparsi è di sesso femminile, mentre il 66% ha un’età compresa tra zero e dieci anni.
Ufficio Stampa
Emanuele Mittiga
Eventi Made in Italy
Via Aterno 4
Roma Italia