Utente: Anonimo

Cronache Pongistiche sardegna 2 maggio 2012

Quattro società isolane tornano dall’Umbria con sette podi all’attivo: Marcozzi Cagliari, Zeus Quartu S. Elena, Quattro Mori Cagliari e Muraverese. Un risultato sorprendente che riempie di gioia la Fitet Sardegna e i suoi affiliati. La società di via Crespellani ne conquista quattro di cui tre d’oro e una di bronzo.
Cagliari, 02/05/2012 (informazione.it - comunicati stampa - sport) www.fitetsardegna.org
Comunicato n. 36 del 02/05/2012

CRONACHE PONGISTICHE DALLA SARDEGNA

BOSA CAPITALE MONDIALE DEI PONGISTI VETERANI
Il tennistavolo internazionale ancora protagonista in Sardegna in un 2012 ricco di avvenimenti che rimarranno a lungo scolpiti nella memoria dei cultori della disciplina. Dopo i Campionati Mondiali Studenteschi del mese scorso, da dopodomani ci sarà spazio per i più forti specialisti mondiali veterani che si immergeranno negli idilliaci scenari della costa occidentale per il 1° Sardinian Veteran Tennis Table di Bosa. A fine mese altro appuntamento da non perdere con la sedicesima edizione dei Giochi delle Isole. Il Palatennistavolo di Cagliari ospiterà tre giorni di gare (dal 24 al 26 maggio) con numerosi atleti provenienti da diverse isole mondiali.
Intanto il medico primario in pensione Efisio Pisano, organizzatore della kermesse pongistica bosana ha annunciato che alla chiusura delle iscrizioni ci sono state in tutto 87 adesioni in rappresentanza di nove nazioni: Italia, Turchia, Svezia, Inghilterra, Scozia, Kosovo, Romania, Venezuela ed una compagine cinese naturalizzata italiana. L’organizzatore dell’importante appuntamento, iscritto alla società Il Cancello Alghero, prova a definire la griglia dei favoriti: “Negli over 40 di sicuro Alessandro Bisi di Modena, Carlo Fois di Alghero e Riccardo Lisci di Guspini – dice Pisano – mentre tra gli over 50 il rumeno Petrescued e il Kosovaro Shala sembrano avere una spanna in più degli altri. Tra gli over 60 vedo bene lo svedese Karlson e lo scozzese Johston. Tra gli over 70 il milanese Rame (n. 2 in Italia) e mi ci metto pure io che occupo la posizione n. 5”. Ma l’elenco si completa con altri nomi altisonanti dislocati nelle varie categorie come i turchi Aras e Ceylan. Nutrita anche la delegazione femminile capeggiata negli over 40 dalla cinese-sarda Wei Jian (TT Zeus Quartu) e dall'inglese Sue Collier n 1 di Inghilterra. Tra gli over 50 menzione speciale per la russa Larisa Farina campione del mondo over 50. L'inglese Sandra Rieder, n 7 di Inghilterra, dovrebbe essere la favorita negli over 60, mentre negli over 70 spicca il nome della russa Ludmilla Kuzmina, una delle più forti giocatrici al mondo della categoria.
Il torneo si svolgerà nella palestra di via Gramsci, a Bosa a cominciare dal venerdì, dalle 9.00alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19.00. Si prosegue sabato con orario 9.00 - 13,00. Domenica ultimo giorno di gare con gare mattutine (dalle 9.00 alle 13.00) e pomeridiane (15,00 - 19.00). L’impatto mediatico della manifestazione sarà amplificato dalla presenza delle due emittenti televisive Sardegna 1 e Nova Tv che riprenderanno la manifestazione.
Per gli ospiti internazionali non mancheranno i momenti di svago con possibilità di visitare i siti più suggestivi della Planargia e quelli che caratterizzano la vicina Alghero. Gli organizzatori stanno curando in modo particolare anche gli aspetti eno gastronomici con iniziative varie che saranno di sicuro apprezzate dai visitatori.

LA SARDEGNA FA INCETTA DI MEDAGLIE AI CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI DI TERNI
Quattro società isolane tornano dall’Umbria con sette podi all’attivo: Marcozzi Cagliari, Zeus Quartu S. Elena, Quattro Mori Cagliari e Muraverese. Un risultato sorprendente che riempie di gioia la Fitet Sardegna e i suoi affiliati. La società di via Crespellani ne conquista quattro di cui tre d’oro e una di bronzo. Un bottino niente male che le consente di conquistare il quinto posto assoluto su 49 società italiane salite almeno una volta nella pedana delle premiazioni. Eroe indiscusso dei campionati italiani giovanili di Terni è stato il quartese marcozziano Carlo Rossi, undici anni da compiere, che ha confermato tutto quello che di buono aveva fatto vedere nei mesi precedenti sia nello stivale, sia in ambiti europei. Ha cominciato quasi in sordina con un bronzo nel doppio misto giovanissimi in compagnia della bravissima Alice Mattana della Muraverese. Spreca una ghiotta occasione per arrivare in fondo al tabellone il duo Jhonny Oyebode/Letizia Pili (Quattro Mori) che in vantaggio per 2/0 e 6/3 al terzo set si fa raggiungere e superare dai vincitori Gualdi/Lajmeri.
Lo stesso giorno arriva anche il primo dei tre metalli pregiati: nel doppio maschile giovanissimi Carlo Rossi gioca con il suo forte compagno di squadra Jhon Michael Oyebode. I due amici battono in finale i rappresentanti di una compagine (Apuania Carrara) che risulterà essere quella che darà più filo da torcere ai biancorossi cagliaritani. Infatti i due piccoli toscani (Nicola Bemi e Filippo Petriccioli) venderanno cara la pelle anche nella finale giovanissimi a squadre dove la formazione sarda si presenta con un trio insuperabile(oltre a Rossi e Oyebode fa la sua comparsa anche il promettente Marco Poma). La superiorità dei tre allenati dal cinese Guo Yu non viene mai messa in discussione. Si ferma ai sedicesimi l’avventura del Tennistavolo Guspini (Francesco Broccia e Cristiano Melis).
Il giorno dopo si giocano i singoli giovanissimi maschili e Carlo Rossi concede un solo set ai quarti di finale, poi si invola nel tabellone come un imperturbabile schiacciasassi. In finale incontra il toscano Petriccioli che batte in tre set e conquista la sua quarta medaglia. Jhon Oyebode si ferma ai quarti di finale, bloccato dal russo – veneto Gaybakyan, evitando così l’ennesima sfida ufficiale con il suo compagno quotidiano di allenamento che avrebbe incrociato al turno successivo. Buona la performance di Marco Poma che rientra tra i primi sedici della categoria.
Viene dalla Puglia ma con i suoi due argenti permette allo Zeus Quartu S. Elena di classificarsi tra le prime sedici società italiane giovanili. Rossella Scardigno gioca prima il doppio femminile under 21 con la livornese in forza al Quattro Mori Cagliari Alessia Mirabelli, poi nel singolo femminile sbaraglia tutte le sue avversarie prima di incocciare con la favorita Debora Vivarelli.
Dei trenta sardi che hanno preso parte agli italiani, il duo misto under 21 Stefano Curcio (Marcozzi) e Alessia Mirabelli viene fermato ai quarti di finale dai vincitori Marco Rech/Debora Vivarelli. Nel femminile a squadre under 21 si ferma ai quarti l’avventura del Quattro Mori (Luna Aprile, Silvia Deligia e Mirabelli). Stoppate agli ottavi le coppie Marco Sarigu/Mario Bistrussu (Marcozzi) e Nicola Pisanu/Giovanni Cuccu (Muravera) nel doppio maschile juniores. Eliminati ai sedicesimi Simone Boi (Muravera)/Alberto Ticca (Libertas Sassari). I giovani allenati da Francesca Saiu arrivano tra i primi otto nella competizione a squadre juniores maschile. Si bloccano ai sedicesimi di finale del singolo maschile allievi Michele Buccoli e Andrea Giorgi (Muraverese). Stessa sorte per Claudio Rossi della Marcozzi che però viene estromesso dal vincitore Jordy Piccolin. La società “celeste” del presidente Gianluca Mattana si classifica tra le prime otto negli allievi maschili a squadre, mentre Alice Mattana figura tra le prime otto atlete dei giovanissimi femminili. L’oristanese Luigi Pusceddu passa il primo turno nel singolo ragazzi maschile ma viene fermato ai sedicesimi di finale. Non va oltre alla fase a gironi la prestazione del guspinese Gioele Melis. Arricchiscono il loro bagaglio d’esperienza Martina Mura (Muravera), Francesco Ara e Roberto Caddeo (Santa Tecla Nulvi), Ilenia Ariu e Aurora Piras (Muraverese), Elena Ricciu (Libertas Ping Pong Monterosello), Mattia La Gaetana ed Edoardo Loi (TT Decimomannu).

A1: IL TENNISTAVOLO NORBELLO IN GARA 2 PLAY – OFF SCUDETTO
Sabato sera (h. 20,00) si chiude a Castel Goffredo la seconda esperienza consecutiva nella massima serie del Tennistavolo Norbello con la disputa di gara due delle semifinali play – off scudetto. Ancora privo della sua atleta n. 1 Wei Shuo, il tecnico Michael Oyebode si presenterà nel mantovano con la stessa squadra che all’andata è stata sconfitta per 0/4: Olga Dzelinska, Marina Conciauro e Marialucia Di Meo.


Ufficio Stampa
GIAMPAOLO PUGGIONI
Italia
COMUNICATI WIDGET
Pubblica liberamente i comunicati di Informazione.it sul tuo sito. SCOPRI COME...