Utente: Anonimo

Anagrafi connesse e interoperative: la soluzione c’è ed è pure gratuita.

http://www.datamanagementpa.it
Per i Servizi Demografici dei Comuni, il recente Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Patroni Griffi, impone che le Anagrafi siano connesse online e parlino tra loro.
Ravenna, 08/02/2012 (informazione.it - comunicati stampa - politica e istituzioni) Il Decreto Richiede che i certificati di residenza siano operativi appena comunicato il cambio di indirizzo al nuovo Municipio e conferma quanto già definito dalla legge 12 novembre 2011, n. 183 che indica come le certificazioni rilasciate dalle PA siano valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati, mentre le PA devono fa r circolare direttamente tra loro, le informazioni.
Quindi le anagrafi devono “parlarsi” tra di loro online così da avere a disposizione in tempo reale certificati di cambio di residenza, trascrizione degli atti di stato civile come nascita e matrimonio, etc..
Attualmente il modo di scambiare le informazioni sugli eventi delle anagrafi è supportato dal circuito INA-SAIA, dove le informazioni a fattor comune in INA sono poche e il circuito SAIA consente scambi in modalità telematica differita, senza coprire ancora tutti i Comuni. Ben si comprendono, quindi, i motivi di preoccupazione e incertezza dei Comuni su come rendere immediatamente operative e fruibili per i Cittadini le nuove norme, con la certezza delle informazioni certificate.
Ma la soluzione esiste già: si chiama ACCERTA, l’ha realizzata Data Management PA Solutions nell’ambito di progetti pubblici ed è disponibile e fruibile da subito, in forma di Riuso gratuito.
ACCERTA è un sistema di circolarità anagrafica che rende interoperative le anagrafi dei diversi Comuni di un territorio (anche se usano soluzioni informatiche diverse), consentendo agli operatori
di Anagrafe e Stato Civile di effettuare in tempo reale reciproche visure di qualunque tipo e di ottenere informazioni sintetiche, statistiche e reportistiche a livello complessivo territoriale.
L’applicazione può quindi essere avviata in un insieme di Comuni (di una Unione, di una Provincia,
di una Regione o a livello nazionale) per dare, a chi ne abbia le dovute e specifiche autorizzazioni
(Comuni, Provincie, Regioni, INPS, ASL, Forze dell’Ordine, singoli cittadini, ecc), la possibilità di
ottenere in tempo reale le informazioni.
Le nuove disposizioni normative, nell’ eventualità di dover rilasciare documenti quando ancora l’iter
con i tempi di SAIA non è concluso, sono così immediatamente soddisfatte in modo semplice.
Accerta è una Soluzione a Riuso Nazionale, è stata acquisita e dispiegata dalla Regione Emilia
Romagna, è nata da una iniziativa della Provincia di Ravenna, con il coinvolgimento della Provincia di Modena. Il software può essere richiesto in riuso alle Amministrazioni che già oggi lo utilizzano (http://riuso.cnipa.gov.it/soluzioni/anteprima.bfr?id=427)
Poi, per i Servizi e le competenze c’è Data Management PA Solutions, che lo ha realizzato, lo ha fatto evolvere, lo mette in esercizio, lo attiva, lo gestisce e ne cura l’assistenza in continuità su tutto il territorio nazionale.
A gennaio la Community Network Emilia Romagna, in collaborazione con Anusca, ha presentato Accerta in un evento intitolato "Anagrafi e servizi demografici: l'eccellenza diventa sistema".

Data Management PA Solutions : la semplificazione è servita.
Ulteriori Informazioni
Ufficio Stampa
Claudia Poggi
Data Management.it
Largo Lido Duranti, 1
00128 roma (Roma) Italia
cpoggi@datamanagement.it
06502631
Allegati
Non disponibili