Utente: Anonimo

Data center: Extreme Networks aiuta a migrare dagli ambienti fisici a quelli virtuali e ai cloud

Le imprese possono costruire reti virtualizzate scalabili, efficienti e automatizzate per il data center del futuro
, 09/12/2009 (informazione.it - comunicati stampa - information technology) – Extreme Networks punta sull’evoluzione del Data center proponendo un percorso di riferimento per il processo di transizione delle imprese che dovranno migrare dalla rete fisica a quella virtuale fino a una rete cloud indipendente dalla location.
La sfida principale che attualmente caratterizza il data center è rappresentata dal processo di transizione verso un ambiente virtualizzato che sfrutti appieno gli investimenti esistenti. Migrare il data center verso un'infrastruttura virtualizzata significa ottenere la visibilità sulle macchine virtuali (VM) a livello della rete, colmando il divario che la virtualizzazione ha generato fra il personale responsabile degli switch e quello che si occupa dei server. Altro aspetto imprescindibile per le imprese è poter favorire un approccio slegato dalle architetture proprietarie e che non prosciughi le risorse.
“Extreme Networks ha sviluppato una soluzione per l'infrastruttura di rete in grado di supportare il mutevole scenario tecnologico dei data center”, ha spiegato Gordon Stitt, Chairman e cofondatore di Extreme Networks. “La soluzione che proponiamo permette agli utenti di migrare da un'infrastruttura tradizionale, o 'fisica', a una di natura virtuale, senza forzare il cliente su una particolare tecnologia o metodologia operativa”.
L'approccio che Extreme Networks adotta nei confronti del data center si basa su una rete virtualizzata in grado di fornire ampia visibilità a livello delle porte virtuali, tracciando e gestendo le VM in maniera dinamica e implementando le policy necessarie alla gestione delle VM all'interno della rete.
L'infrastruttura data center proposta da Extreme Networks offre una capacità compresa tra 40G e 100G, capace di soddisfare i futuri requisiti di scalabilità. L'architettura della rete di data center si distingue per versatilità, capacità elevata, switching fabric multi-terabit a livello core e soluzioni 10 Gigabit Ethernet Top-of-Rack e End-of-Row; il tutto basato su un'architettura intelligente non-blocking (L2/L3) capace di gestire e distribuire carichi di elaborazione complessi.
Extreme Networks completa la scalabilità e le elevate performance Ethernet con innovazioni sul piano software, nell'ambito del sistema ExtremeXOS basato su XML. Un approccio che abbraccia anche la personalizzazione e l'automazione della gestione e della configurazione, un potente stacking multi-piattaforma e utili strumenti che promuovono un funzionamento efficiente della rete dal punto di vista energetico.


Extreme Networks, Inc.
Extreme Networks offre alle aziende ed ai Service Provider le Reti Ethernet a supporto della trasmissione dati, voce e video. Le soluzioni di Rete offerte si contraddistinguono per elevate prestazioni e massima disponibilità di switching in grado di offrire il massimo controllo consentendo ai clienti di risolvere le loro sfide di business. Presente in oltre 50 Paesi, l’offerta di Extreme Networks si articola su Reti LAN wired e wireless altamente affidabili, infrastrutture per data center e soluzioni Ethernet per il trasporto dati adatte al mercato dei Service Provider che possono contare anche su un servizio di supporto attivo 24x7. Per maggiori informazioni è possibile visitare l'indirizzo www.extremenetworks.com

Extreme Networks
Emanuela Colò
tel. 02.3320381 – fax 02.33203850
ecolo@extremenetworks.com
Pleon per Extreme Networks
Francesco Petrella – Alfonsa Butera
tel 02.006629.0 – fax 02.006629.222
Francesco.Petrella@pleon.com
Alfonsa.Butera@pleon.com
Ufficio Stampa
Luisa Brigatti
Pleon
Via Lorenzini, 4
20139 Milano Italia
luisa.brigatti@pleon.com
020066290
Allegati
Non disponibili