Osservatorio Findomestic di giugno 2011: Cresce la fiducia degli italiani sulla situazione attuale ma cala la propensione al risparmio

Cresce la fiducia degli italiani sulla situazione attuale e sulla previsione a 12 mesi ed è la più elevata del 2011 mentre cala la propensione personale al risparmio. Gli abitanti del Nord Est dichiarano il grado di soddisfazione più elevato, mentre il Sud e le Isole, pur se in crescita, si confermano l’area meno ottimista. Tornano a crescere le intenzioni di acquisto per auto nuove, TV, Hi-Fi, elettrodomestici, telefonia e mobili.
http://www.findomestic.it/
Milano, 07/06/2011 (informazione.it - comunicati stampa - economia)

Nell’analisi di maggio condotta da Findomestic, azienda da anni presente nel mercato per prodotti quali prestiti on line e carte di credito, è emerso che la fiducia degli italiani non solo fa segnare una crescita, ma fa registrare i valori più elevati espressi dall’inizio del 2011. Nonostante questi segnali positivi, il livello di fiducia resta comunque inferiore rispetto al grado di soddisfazione espresso dagli italiani nello stesso periodo degli ultimi tre anni.

La fiducia cresce anche per tutte le aree geografiche, ad eccezione del Nord Ovest, dove rimane stabile. Tuttavia, la crescita e il livello di fiducia del Nord Est sono i più significativi, confermando quest’area come la più ottimista. Anche il Sud e le Isole registrano una rilevante crescita ma si riconfermano ancora in maggio come l’area meno ottimista.

Continua la lenta crescita della fiducia a dodici mesi, mentre cala lievemente la propensione personale all’aumento del risparmio, che resta comunque sostanzialmente stabile dall’inizio del 2011 e mostra come circa un italiano su dieci ritenga di riuscire ad aumentare il proprio risparmio nell’arco del prossimo anno.

Previsioni di acquisto a tre mesi

Elettrodomestici: lieve ripresa in tutti i comparti
Dopo il calo registrato ad aprile – che riguardava l’intero settore degli elettrodomestici – a maggio si registra una lieve ripresa in tutti i comparti. Il 7,5% del campione degli intervistati pensa di acquistare un nuovo televisore o un nuovo Hi-Fi (in crescita rispetto al 6,6% di aprile), per i quali cresce  anche la cifra massima di spesa prevista, che si attesta a 877 € (contro 752 € del mese precedente).

In crescita anche il settore degli elettrodomestici bianchi che passano dal 6,7% di aprile al 7,2% di maggio, per una spesa massima di 1.123 € (in crescita significativa rispetto ai 782 € registrati il mese precedente).

In ripresa anche il comparto dei piccoli elettrodomestici, che si attestano a quota 13,2% (contro il 12,4% del mese precedente) e per i quali il campione pensa di spendere una cifra massima di 183 € (in leggera flessione rispetto ai 187 € di aprile).

Elettronica di consumo: in calo i PC, lieve crescita per la telefonia
Dopo il calo registrato tra marzo e aprile 2011, l’elettronica di consumo a maggio fa registrare un andamento sostanzialmente stabile nelle previsioni di acquisto a tre mesi. In leggero calo sono le previsioni per PC e accessori, che si attestano su un valore dell’8,7% (contro il 9,1% del mese precedente). Scende anche la spesa massima prevista per l’acquisto di beni in questo segmento, pari a 442 € di maggio, contro i 538 € di aprile.

La telefonia fa registrare una crescita, anche se lieve: il 6,6% del campione a maggio prevedeva di fare acquisti in questo segmento (era il 6,5% ad aprile). Scende però la cifra massima per l’acquisto di beni nel settore telefonia, che si attesta a 133 € contro i 183 € del mese precedente.

Autoveicoli e motoveicoli: crescono (di poco) le auto nuove. In calo auto usate e scooter
La situazione nel settore automotive fa segnare valori superiori a quelli registrati nello stesso periodo del 2010: a maggio, inoltre, le previsioni di acquisto di auto nuove sono in leggera crescita. I valori in questo segmento si sono infatti attestati a quota 2,8% (contro il 2,5% di aprile). Cresce la cifra massima di spesa prevista, che si attesta a 21.573 € (erano 19.630 € ad aprile). Cala leggermente invece la previsione di acquisto di motocicli e scooter (dal 2,7% del mese passato al 2,4% di maggio): la cifra massima di spesa prevista per questi beni, data la scarsa numerosità d’individui non è un dato da ritenere attendibile.

In calo, infine, la previsione di acquisto per le automobili usate (dal 4,3% di aprile al 3,8% di maggio). In questo segmento si registra una crescita della spesa massima prevista, che si attesta a quota 7.057 € (contro i 4.357 € di aprile).

Tempo libero: dopo due mesi di crescita viaggi e vacanze fanno registrare una flessione
A maggio l’intero settore del tempo libero subisce una battuta d’arresto. La percentuale del campione degli intervistati che pensa di acquistare beni o servizi nel comparto viaggi e vacanze passa, infatti, dal 41,2% di aprile al 38,8% di maggio. Contestualmente fanno registrare una contrazione anche le intenzioni di acquisto di attrezzature e abbigliamento sportivi (che passano dal 26,1% di aprile al 23,4% di maggio) e quello delle attrezzature per il fai da te (a quota 12,7%, contro il 15,9% del mese precedente).

Arredamento e casa: in aumento solo i mobili. In flessione case nuove e ristrutturazioni
Le previsioni relative sia all’acquisto sia alla ristrutturazione immobiliare sono in calo, oltre che nettamente inferiori rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti. A maggio era, infatti, l’1,2% del campione a prevedere l’acquisto di una nuova casa (contro il 2,2% del mese precedente).
Calano anche le previsioni legate ai lavori di ristrutturazione con il 6,0% degli intervistati che si sono detti intenzionati a realizzare opere di questo genere nei tre mesi successivi al sondaggio, contro l’8,8% di aprile.

In crescita infine le intenzioni legate all’acquisto di mobili che a maggio hanno fatto registrare un valore pari al 10,8% del campione (3,1% punti percentuali in più rispetto al mese precedente). In deciso calo anche la cifra prevista per il loro acquisto, che si attesta a 3.626 € (contro i 4.702 € di aprile).


AD HOC Communication Advisors:
Marina Beccantini 02 7606741
Marina.beccantini@ahca.it

Findomestic
Stefano Martini 335 8123542
s.martini@findomestic.com


Il presente comunicato e i precedenti sono disponibili on-line:
http://www.adhoccommunication.it - http://www.osservatorio.findomestic.it

Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Gilberto Marciano
 TSW s.r.l. (Leggi tutti i comunicati)
Viale 4 Novembre, 70/C
31100 Treviso Italia
comunicati.stampa@tsw.it
0422 419 789
Allegati
Non disponibili
Osservatorio Findomestic di novembre 2010: la fiducia tocca il valore minimo del 2010
Osservatorio Findomestic di novembre 2010: la fiducia tocca il valore minimo del 2010  -  La fiducia degli italiani scende e in ottobre diventa il valore minimo del 2010: gli abitanti del Nord Est dichiarano il grado di soddisfazione più elevato, tutte le altre zone d’Italia registrano valori in netto calo. La previsione di aumento del risparmio arresta la sua crescita facendo...
Osservatorio Findomestic di agosto 2011: La fiducia degli italiani segna ancora un leggero calo e si assesta sui valori d’inizio anno  -  La fiducia degli italiani in luglio segna ancora un leggero calo e si assesta sui valori d’inizio anno. Pesano molto le ondate d’incertezza che hanno investito i mercati finanziari europei e i sacrifici imposti dalla finanziaria approvata nelle scorse settimane. Nonostante tutto, gli intervistati...
Osservatorio Findomestic di aprile 2011: cresce per il secondo mese consecutivo la fiducia degli italiani
Osservatorio Findomestic di aprile 2011: cresce per il secondo mese consecutivo la fiducia degli italiani  -  Cresce per il secondo mese consecutivo la fiducia degli italiani sulla situazione attuale. Il nord ovest è l’aera più positiva d’Italia, seguita da nord est, sud e isole. In deciso calo invece la previsione a dodici mesi sulla situazione del nostro paese, causata dagli eventi in Libia e Giappone e...
Osservatorio Findomestic di luglio 2010: la fiducia è in lieve ripresa
Osservatorio Findomestic di luglio 2010: la fiducia è in lieve ripresa  -  La fiducia degli italiani è in lieve ripresa rispetto a maggio, con una tendenza ad essere meno ottimisti rispetto al lungo periodo, i più ottimisti sono gli abitanti del Centro Italia. Forte crescita nelle prospettive di acquisto per il settore viaggi e vacanze, arredamento, auto usate,...
Osservatorio Findomestic: in Italia riprende l’ottimismo nei consumi
Osservatorio Findomestic: in Italia riprende l’ottimismo nei consumi  -  A settembre gli italiani confermano il buon andamento della fiducia nella situazione attuale del Paese. Il Nord Ovest e quanti hanno l’istruzione dell’obbligo sono tra i più positivi. Cala significativamente la previsione concernente il risparmio. Le intenzioni d’acquisto a 3 mesi di Tv, Hi Fi,...
Loading....