Boom di meduse a riva e centinaia di bagnanti colpiti, soprattutto nel basso Adriatico

I Comuni e gli stabilimenti balneari segnalino sulle spiagge ai bagnanti la presenza di meduse con appositi cartelli.
Lecce, (informazione.it - comunicati stampa - salute e benessere) E’ emergenza meduse sulle coste italiane. I turisti ed i bagnanti segnalano una forte presenza di meduse nelle acque italiane in particolare a ridosso della costa. Perchè le meduse aumentino non è ancora chiaro e non si hanno dati certi e comunque un fenomeno pare ripetersi ogni anno in coincidenza del periodo della stagione balneare.
Ecco le tre nuove specie che popolano i nostri mari: la Phyllorhiza punctata che viene dal Canale di Suez, la Drymonema dalmatinum, con un diametro anche di un metro, la Mnemiopsis leidyila, che vive sul fondo del mare con i tentacoli verso l'alto.
Poche, ma utili “regole d’oro” in caso di contatto con le meduse:
- Non strofinare bocca e occhi
- Non lavare con acqua dolce la parte colpita: usare acqua di mare e disinfettare con bicarbonato; non usare acqua fredda o ghiaccio
- Non grattare la zona ustionata (si accelera la sostanza tossica)
- Evitare impacchi con aceto o ammoniaca: è un "rimedio della nonna" del tutto inutile; anche l’uso di alcool è sconsigliato
- Non rimuovere i frammenti dei tentacoli della medusa con pinzette, ma con le mani
- Il rimedio migliore è un gel astringente al cloruro d'alluminio, utile anche per le punture di zanzara. Evitare pomate cortisoniche o antistaminiche
Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, invita i bagnanti a prestare la massima attenzione rivolgendosi nei casi di contatto più eclatanti e dolorosi presso i punti di primo soccorso presenti nelle località balneari. Sarebbe il caso quindi che i Comuni e gli stabilimenti balneari provvedessero a segnalare la presenza di meduse con appositi cartelli che avvisano di fare molta attenzione al momento di entrare in acqua.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
giovanni d'agata
Sportello dei Diritti
via belluno
73100 lecce Italia
dagatagiovanni@virgilio.it
3889411240
Allegati
Non disponibili
Boom del fotovoltaico, nel 95% dei Comuni italiani è presente almeno un impianto Boom del fotovoltaico, nel 95% dei Comuni italiani è presente almeno un impianto  -  Il mercato italiano delle rinnovabili è passato quindi da una potenza di 18,3 GW del 2000 (per il 91% rappresentata dalla fonte idroelettrica) a 41,3 GW nel 2011, con un incremento del 125%. Protagonista di questo enorme sviluppo è il fotovoltaico, che a fine 2011…
Stabilimenti balneari e lidi privati. Allo "Sportello dei Diritti" numerose segnalazioni e denunce di soprusi ed eccessi Stabilimenti balneari e lidi privati. Allo "Sportello dei Diritti" numerose segnalazioni e denunce di soprusi ed eccessi  -  La corsa all'ultimo ombrellone o all'ultimo lettino prendisole miete "vittime" in tutto il Belpaese, ma nelle zone dove si è registrato il tutto esaurito nella settimana clou di ferragosto se ne sono sentite…
Il Comune di Cortanze aderisce al Progetto Comuni Italiani lanciato da Informagiovani-Italia.com  -  Il Comune di Cortanze ha aderito al Progetto Comuni Italiani di Informagiovani-Italia.com che ha come obiettivo la realizzazione di una sezione dedicata al Comune nell’area Viaggiare in Italia del sito. La sezione presenta la guida testuale con…
UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA E MAGGIOLI: Ottimizzare il flusso dei documenti comunali grazie alla digitalizzazione  -  Smau è il più importante momento d'incontro tra i principali fornitori di soluzioni ICT e gli imprenditori e i decisori aziendali delle imprese e delle pubbliche amministrazioni: un appuntamento in cui vengono raccontate tutte…
Cassazione penale: multa salata al nudista che prende il sole in una spiaggia frequentata da bagnanti non consenzienti  -  Cassazione penale: multa di 1.200 euro al nudista che prende il sole in una spiaggia frequentata da bagnanti non consenzienti. Con la sentenza 28990 del 18 luglio 2012, che Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei…
Loading....