Utente: Anonimo

Una seconda ondata di terremoti mette in crisi l'\ndustria e l'agricoltura nell'Italia settentrionale

Un secondo sisma ha colpito l'Italia settentrionale proprio mentre i tecnici della sede Miyamoto di Milano erano impegnati nei sopralluoghi seguiti al primo evento.
EMILIA-ROMAGNA, ITALY e SACRAMENTO, CA, 01/06/2012 (informazione.it - comunicati stampa - ambiente)

EMILIA-ROMAGNA, ITALY e SACRAMENTO, CA -- (Marketwire) -- 06/01/12 -- Un secondo sisma ha colpito l'Italia settentrionale proprio mentre i tecnici della sede Miyamoto di Milano erano impegnati nei sopralluoghi seguiti al primo evento. Il secondo terremoto si è verificato il 29 maggio alle 9.00 ora locale, allorché il team Miyamoto si trovava nella seconda fase della sua indagine sul primo terremoto. Il team stava esaminando l'impatto sulle aziende, l'infrastruttura urbana e le linee di acqua, luce e telefono in Emilia Romagna.

Oltre alla tragica perdita di vite umane, i terremoti mettono in crisi l'economia locale. Uno degli effetti più notevoli fino ad ora, forse, è stata la perdita di circa 400.000 forme di Parmigiano Reggiano (il 10 per cento della produzione totale italiana) provocata dal crollo delle scaffalature dei magazzini. La perdita ammonta a oltre 100 milioni di Euro. Per il solo comparto agricolo si prevedono danni per 200 milioni di Euro. Di fronte alle attuali condizioni economiche dell'Italia, questi sismi costituiscono una sfida in più da superare.

L'area interessata non era considerata sismica e le strutture locali non erano pronte a resistere a questo tipo di rischio. Il team Miyamoto in Emilia Romagna proseguirà le sue indagini oggi e venerdì. Gli accertamenti preliminari indicano tra le cause del collasso degli edifici industriali in calcestruzzo prefabbricato la mancanza di ritegni antisismici sulle travi del tetto. Persino nelle aree ritenute ad alto rischio sismico, quali la California, la maggior parte degli edifici continua ad essere costruita senza tenere in considerazione l'interruzione delle attività. Costruire un edificio in modo tale che continui ad essere operativo dopo un terremoto comporta una spesa extra esigua, compresa tra l'1 e il 5 per cento, rispetto ai costi di costruzione iniziale, per cui è di importanza cruciale iniziare a metter in atto misure antisismiche ad alte prestazioni per l'edificazione di città sostenibili.

Informazioni su Miyamoto:

Miyamoto International è un'azienda globale di ingegneria strutturale e antisismica la cui missione è dare sostegno alle comunità in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni potete visitare la pagina www.miyamotointernational.com

Per aggiornamenti frequenti sull'indagine sui sismi nell'Italia settentrionale, vi invitiamo a seguire i nostri post su Facebook.



Per interviste con i media, contattare:
Dr. H Kit Miyamoto, Ph.D., S.E.
kmiyamoto@miyamotointernational.com
(916) 373-1995

Marco Cossu, Ing.
Direttore
mcossu@miyamotointernational.com
(39) 02 538 06222



Ufficio Stampa
Marketwire
21 Melinda Street, Suite 810
M5L 1G3 Toronto Canada
COMUNICATI WIDGET
Pubblica liberamente i comunicati di Informazione.it sul tuo sito. SCOPRI COME...