Utente: Anonimo

IBM premia l’Università di Napoli per lo sviluppo software e la didattica collaborativa

Il Faculty Award è un premio in denaro per favorire la collaborazione tra i ricercatori universitari e quelli dei laboratori IBM e per promuovere lo sviluppo di corsi e percorsi formativi in discipline che IBM ritiene strategiche.
Milano, 22/06/2012 (informazione.it - comunicati stampa - information technology) IBM ha assegnato un Faculty Award - prestigioso riconoscimento per favorire ricerche di rilievo e per promuovere la collaborazione tra IBM e università - al Prof. Paolo Maresca del Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Università di Napoli.
Il Faculty Award è un premio in denaro per favorire la collaborazione tra i ricercatori universitari e quelli dei laboratori IBM e per promuovere lo sviluppo di corsi e percorsi formativi in discipline che IBM ritiene strategiche.

Il premio è stato assegnato al Prof Maresca per il modo innovativo in cui ha utilizzato “Jazz”, piattaforma IBM Rational leader nel mondo professionale dello sviluppo del software, al fine di migliorare l’apprendimento degli studenti attraverso la cooperazione. La piattaforma Jazz ha infatti consentito agli studenti del primo anno di Ingegneria Informatica dell’Università Federico II, e ad altre nove istituzioni tra cui l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, le università di Milano Bicocca, Bologna, Bergamo, Brescia, di realizzare tra il 2010 e il 2011 una rete di collegamenti denominata “ETC – Enforcing Team Cooperation by using rational tools”.

Questo progetto è nato nell’ambito delle attività dell’Academic Initiative di IBM, un insieme di iniziative per veicolare le migliori tecnologie verso le università al servizio della didattica.. Ha così preso vita il progetto ETC: classi virtuali composte da studenti appartenenti a diverse università che sviluppano progetti cooperativi su tematiche differenti; altre università nel mondo hanno già manifestato interesse a fare parte di questo network. In totale sono stati coinvolti 800 studenti e sviluppate 49 iniziative di didattica e ricerca.

In questo modo viene rafforzato il legame tra università e impresa e vengono promosse e sviluppate delle competenze specifiche fondamentali per le figure professionali richieste e strategiche per il mercato del lavoro. In sostanza il docente assume il ruolo di coach nei confronti di gruppi di studenti che collaborano svolgendo i propri compiti come se fossero parte di un team internazionale di una grande azienda. Inoltre, la piattaforma software utilizzata consente di seguire l’intero ciclo di vita del software e offre ai ragazzi la possibilità di prepararsi alla futura vita professionale.

Questo progetto è stato presentato come best practice durante la conferenza Innovate 2011 che si è tenuta ad Orlando: si tratta dell’evento internazionale di IBM Rational, software leader per lo sviluppo applicativo. Nell’ambito del progetto ETC sono stati nel tempo redatti articoli, pubblicazioni e materiale didattico ed il progetto stesso si configura come ecosistema in cui far sviluppare ulteriori iniziative.
Infatti l'ecosistema ETC è in fase di ulteriore ampliamento ed ha già coinvolto una università negli Stati Uniti. Nel prossimo semestre accademico - agosto-dicembre 2012 - verrà avviato il progetto, ETCplus, che esce dal territorio nazionale; saranno coinvolte l' università italiana Federico II e l'università americana Kent State University at Stark con lo scopo di far cooperare studenti italiani e statunitensi per imparare a scrivere algoritmi, a testarli e a condurre progetti di media difficoltà. Sarà anche una prima esperienza di coordinamento di materiale didattico fra due docenti di università diverse e distanti ma con obiettivi comuni come la programmazione, facilitata proprio dall'uso del paradigma ETC.. Il progetto ETC si candida per gestire in maniera intelligente le comunità di pratica in linea con la visione Smarter Planet di IBM: comunità che si estendono anche al di fuori dell’ambito accademico.

L’Accademia Aeronautica di Pozzuoli - a seguito del coinvolgimento in questo progetto - ospiterà il 21 e il 22 di settembre la prossima conferenza Eclipse IT 2012. La comunità Eclipse Italiana, coordinata dal Prof. Paolo Maresca, ha lo scopo di fornire opportunità di formazione e condividere i progetti di ricerca sull’Open Source e, in particolare, sulla piattaforma Eclipse ( http://eclipse.dis.unina.it/).

IBM Italia collabora attivamente da molto tempo con il mondo accademico, questo progetto è un esempio delle tante iniziative promosse: premi e finanziamenti alle università, il sostegno per programmi di ricerca, le docenze. In particolare l’Academic Initiative è un programma che consente, al personale docente delle università, di acquisire gratuitamente gran parte dei prodotti software IBM da utilizzare per fini didattici e offre anche accesso ad un ricco catalogo di materiale tra cui corsi on line oltre a webcast e podcast dedicati agli sviluppatori.

Ufficio Stampa IBM
Morgana Stell
morgana.stell@it.ibm.com
02 596 20963; 335 7693528

KetchumPleon per IBM
Eros Bianchi, Nadia Lauria
eros.bianchi@pleon.com, nadia.lauria@pleon.com
02.62411911
Ufficio Stampa
Patrizia Pia
Ketchum Pleon Srl
Via Fatebenefratelli, 19
20121 Milano Italia
patrizia.pia@pleon.com
0262411978
Allegati
Non disponibili

Consulta le schede di ...
IBM