Utente: Anonimo

Mina Canta Cantarelli - Cantarelli Canta Mina: vendite on line aperte per libro, audio-book e Usb Key con 47 mp3

http://www.minacantacantarelli.com
Racconti dietro le Quinte, tra Musica, Poesia e Parole Con l’inedita “Only You” (versione inglese di “Anche Tu”). Un viaggio biografico nella vita del compositore Beppe Cantarelli. Una dichiarazione d’affetto alle terre di pianura, Cremona, Busseto, Parma, Piacenza e alle Colline di Hollywood. "Un regalo-sorpresa anche per MINA che legge e ascolta questo libro-con-musica per la prima volta con voi!" Portale web www.minacantacantarelli.com
Busseto, 23/06/2012 (informazione.it - comunicati stampa - varie) Love & Music. Una dichiarazione d’amore alla più grande di tutti i tempi. Un tributo alla Musica, quella che fa vibrare l’anima e che accompagna i decenni, in un crossover generazionale che ne accresce il mito. L’artista Beppe Cantarelli, bussetano Doc con dimora a Los Angeles – nato in terra di Verdi, a pochi passi dalla Casa Natale del Cigno di Busseto - soul-man innamorato della pianura cremonese, parmense, piacentina intrisa di letteratura guareschiana – firma un libro fresco di stampa dal titolo “Mina Canta Cantarelli, Cantarelli Canta Mina”, ovvero racconti dietro le quinte, tra musica e parole, edito dalla casa di produzione discografica Shiva Diva Music & Rap Opera Records (Los Angeles) e B.J.R. & S.C.C. Music Enterprises Ltd. (Londra).
Al fascino di Mina non si sfugge: “Gli occhi della tigre si rivelarono seducenti, graffianti, dolorosi e da “cicatrice–a–vita”… Né più né meno degli artigli… per non parlare, poi, della voce!”, come svela il cantautore che – oltre al sodalizio con Mina - ha lavorato con artisti del calibro Mariah Carey, Michael Jackson, Aretha Franklin, Quincy Jones, Stevie Wonder, Joe Cocker e ancora Banco del Mutuo Soccorso, Fiorella Mannoia, Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Orietta Berti, Iva Zanicchi, Renato Zero, Amii Stewart, Anna Oxa; un regalo speciale con musica per i suoi fan, i fan di Mina e i cultori della musica evergreen. Un “regalo-sorpresa” anche per MINA che legge e ascolta questo libro-con-musica per la prima volta con voi!
“Momenti cari e intensi con Mina dal punto di vista professionale così come personale e umano che, anche dopo tutti questi anni e qualche altro riconoscimento importante, non ho dimenticato e già so che non dimenticherò”.
Si tratta di 274 pagine frizzanti colorate e animate dalle vignette del disegnatore e fumettista Edo72 al secolo Alfredo Sandri, responsabile della copertina del libro e delle illustrazioni. Il testo, narrativo – ricco di aneddoti, messo nero su bianco, senza filtri, scritto-come-parla, in stile speedy, come una chiacchierata, come una intervista a ruota libera con tanto di intercalari e semantica lessicale lombarda colorita – è accompagnato in un parallelo racconto per immagini da parecchie fotografie, tra “scatti di vita” e “pose d’autore” del compositore e cantautore Beppe Cantarelli insieme ai Big con i quali ha attivamente collaborato.
E’ abbinato al portale web www.minacantacantarelli.com da cui si potrà prenotare on line ed acquistare la pubblicazione che accende i riflettori sulla Signora della Canzone Italiana Anna Maria Mazzini in arte “Mina”. Allegata spicca – perfetta come oggetto regalo, come chicca da portare in vacanza o quando si va a correre en plein air - una Usb Key ricca di 47 selezioni mp3 & Audio-Book letto dall’autore stesso.
L’opera – dedicata in parte ai collezionisti oltre a quanti amano Mina – è un atto d’amore per la voce della più grande interprete nazionale. E’ un viaggio tra Italia e Stati Uniti sullo spartito di frammenti biografici, come note a punteggiare il pentagramma, che si intrecciano con un immaginario che ha fatto epoca: dai tempi di Canzonissima e della Bussoladomani, alle Colline di Berverly Hills fino all’Apertura del Terzo Anno Giubilare di Papa Giovanni Paolo II in Vaticano. È soprattutto un canto libero per una seria riflessione sulla storia recente della musica, sullo stato di salute dell’arte di Euterpe, sulla crisi discografica italiana e mondiale.
Oggi Cantarelli produce musica che trova le sue radici nelle due pietre miliari della cultura musicale occidentale: la musica classica ed europea in senso lato e la musica blues e jazz di estradizione nord americana. Unisce questi due capi-scuola in progetti concertistici, discografici e cinematografici all'insegna del "classical-crossover" e del "blues-jazz-rock-and-soul". Il tutto con l’Amore di sempre nel cuore: Anna…Mina!
“In qualsiasi dialetto e lingua – non solo quella italiana – Mina era il chiodo fisso di ogni compositore, musicista, paroliere–lyricist, produttore, discografico, artista, cantautore, ragioniere con chissà quali sogni nel cassetto; professionisti impeccabili e insospettabili che, poi, – quando, a una cena o a un party, si lasciano andare e sono in vena di confessioni – rivelano di aver scritto anche loro ‘na canzone pe’ Mina e che casomai gliela vogliono fa’ sentì…” come spiega Cantarelli che ripercorre il mito della mitica, dai tempi di Baby Gate di Cremona fino all’album “Attila” giugno–settembre ’79. E poi la magia del connubio artistico da compositore, arrangiatore, produttore, come il simpatico e primo duetto di Mina con Cantarelli in “Sei Metà” o la prima collaborazione, “Se Il Mio Canto Sei Tu”, che porta con sé l'amicizia instaurata durante le registrazioni. C’è poi tutto il “Mondo Cantarelli” dal Po, il Missisippi della Bassa, alle spiagge californiane. E ci sono gli incontri con alcuni dei fondatori del fan club di Mina – tra cui quello parmigiano, Mauro “Platinette” Coruzzi – “uno di quegli “hard–core–aficionados–parmigiani” e forse anche reggiani, è uno scatenato e geniale dj–personaggio… decisamente fuori dalle righe… d’altronde, come giustamente ed eufemisticamente diciamo a Parma, “se non son matti, non li vogliamo!!!”.
L’omaggio alla Musica di Cantarelli – che tanto riconosce, per la sua esistenza creativa, all’incontro con Mina – prosegue poi con una riflessione “sullo stato delle cose” da quei ruggenti anni Ottanta “…iniziano gli anni dell’arroganza. Tutto sembra esplodere: l’economia, i costumi, la musica e le arti che rispecchiano quel momento storico della nostra civiltà, drogata e impazzita di adrenalina, più o meno naturale, ma soprattutto “indotta”.

Ma la risposta è, comunque, di fiducia: una richiesta alla Signora della Canzone (una sorpresa-invito fatta pubblicamente a Mina in quest’opera), una promessa, un inno alla speranza con la lirica “Il Tempo Sarà”: “Il tempo regala sempre qualcosa in più, il tempo è certamente fede, il tempo sarà la nostra unica possibilità, il tempo sarà…volerà e dirà parole che dovremo imparare mentre l’amore, sarà sempre la risposta, per trovare la via, per essere noi stessi, senza venderci l’anima, il tempo sarà…sarà …”.
Oggi Cantarelli produce musica che trova le sue radici nelle due pietre miliari della cultura musicale occidentale: la musica classica ed europea in senso lato e la musica blues e jazz di estradizione nord americana. Unisce questi due capi-scuola in progetti concertistici, discografici e cinematografici all'insegna del "classical-crossover" e del "blues-jazz-rock-and-soul": come ama chiamarla… “inspirational music”. Il tutto con l’Amore di sempre nel cuore: Anna…Mina!

"Un regalo-sorpresa anche per MINA che legge e ascolta questo libro-con-musica per la prima volta con voi!!!"

Ulteriori Informazioni
Ufficio Stampa
Francesca Maffini
Ufficio Stampa
Italia
ufficiostampamaffini@libero.it