Utente: Anonimo

Se MUORE Il Commercio MUORE il Paese

La chiusura di un tratto importante di Via Roma è una scelta omicida non solo per noi commercianti ed artigiani, ma per tutte le attività imprenditoriali di Quarto d'Altino.
Quarto d'Altino, 08/11/2011 (informazione.it - comunicati stampa - economia) La chiusura di un tratto importante di Via Roma è una scelta omicida non solo per noi commercianti ed artigiani, ma per tutte le attività imprenditoriali di Quarto d'Altino.
Chiudere la principale via d'accesso al paese significa condannare a morte molti negozi del centro e attività produttive della zona che già vivono un periodo di estrema sofferenza economica.
Dobbiamo sempre ricordare che i piccoli commercianti sono l'anima della comunità paesana.
Chiediamo che San Michele Vecchio rimanga aperta al traffico per garantire l'unione del paese o almeno il collegamento a senso unico alternato per le auto è il minimo che deve essere garantito. Noi commercianti ed artigiani siamo pronti a combattere con tutti i mezzi possibili, perfino bloccare i cantieri: se rimarremo inascoltati sarà una nuova Vancimuglio.
Chiediamo inoltre che venga realizzata al più presto la “bretellina” che da Viale I Maggio (zona Soteco) si raccordi alla vecchia uscita autostradale sia per facilitare la viabilità commerciale sia per non creare ulteriore sofferenza ai residenti di Via Pascoli che altrimenti vedrebbero aumentare in modo esagerato il traffico difronte le loro case.
Basta!!! Siamo stanchi di subire le conseguenze di scelte scellerate che non prestano attenzione al commercio locale e a dover pagare il prezzo più alto sia come imprenditori sia come cittadini.

Associazione Altinonline
Confcommercio di San Donà di Piave
Confartigianato di San Donà di Piave
Associazione Albergatori di Venezia
Coldiretti
Allegati
Non disponibili

Consulta le schede di ...