Utente: Anonimo

Alla scoperta della Lisbona segreta

Lisbona, l’affascinante capitale portoghese, è un reticolo di pittoresche viuzze e grandi piazze che si intersecano l’una nell’altra, conferendo così alla città il suo inconfondibile fascino.
Milano, 05/01/2012 (informazione.it - comunicati stampa - turismo) Esistono tantissimi modi per visitare e conoscere Lisbona: il più economico, ma anche il più affascinante, è sicuramente a piedi; così, infatti, si possono conoscere fino in fondo le bellezze storiche e architettoniche della città e gli usi e costumi locali.

Un altro mezzo ideale per visitare la città è sicuramente il tram: Lisbona infatti è famosa per questi mezzi di trasporto che la attraversano completamente collegandola in quasi tutti i suoi punti. Il tram storico e più utilizzato dai turisti è sicuramente il n. 28, che è considerato “ il tram” storico per eccellenza; il suo percorso, che si arrampica in vicoli molto stretti e curve improbabili, vi accompagnerà attraverso l’Alfama, lo storico quartiere moresco.

Diversi sono i luoghi che si possono visitare per conoscere fino in fondo la capitale portoghese, per esempio partendo da negozi e botteghe che vendono specialità enogastronomiche tipiche:

Molti negozi e bar vendono la Ginja, il famoso liquore di Lisbona inventato da un frate, che si ottiene facendo macerare le ciliegie amare nell’alcol. Oggi questo liquore viene esportato in tutto il mondo.

Oppure le numerose botteghe che vendono prodotti tipici enogastronomici, situati nel quartiere Baixa: caffè, tè, merluzzo, vino, formaggi, salsicce, prosciutti, ma anche dolci, conserve di frutta e diversi tipi di olio di oliva.

Infine meritano una visita i numerosi negozi che commerciano tutti i tipi di prodotti in scatola.
Ultimi, ma non per importanza, i negozi che vendono ceramiche antiche, porcellane raffinate, gioielli e i vintage stores: all’interno di questi negozi tutto è rimasto immutato, gli scaffali, il bancone e molti altri arredi conservano ancora il loro aspetto originale.

Durante la visita sicuramente una sosta è d’obbligo, perché quindi non fermarsi in uno dei numerosi Quiosque, magari vicino alla piazza o al giardino nel quartiere Principe de Real? In uno di questi chioschi si possono gustare bevande rinfrescanti tipiche della regione come il capilé (il tipico frullato di frutta portoghese), il succo di ribes neri, la limonata e molte altre gustose bevande.

Tra i ristoranti, il Restaurante Cantinho do Avillez e Martinho da Arcada rispettivamente in Rua dos Duques de Bragança e in Praça do Comércio.

Se poi rimane ancora un po’ di tempo, oltre ad osservare le bellezze artistiche e storiche tra le vie della città, imperdibile è il Museo Berardo, dove è presente una collezione di arte moderna e contemporanea del 20° e 21° secolo con particolare riferimento all’Europa e all’America, oppure perché non visitare anche il più antico museo della capitale portoghese, il Museu do Chiado che è il museo di Arte Contemporanea più famoso del paese.

Tra i segreti di Lisbona non possono sicuramente mancare i locali in cui ascoltare il Fado, il tipico canto popolare portoghese, che si trovano nei quartieri dell’Alfama e Barrio Alto. Il fado, tra l’altro, è stato da poco riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.
Ufficio Stampa
Manuela Cera
Noesis Comunicazione
Italia
manuela.cera@noesis.net
Allegati
Non disponibili