Utente: Anonimo

Javier Girotto Solo Project live @ Teatro Golden. Roma, Martedì 28 Dicembre, inizio concerto ore 21,15

Roma, 28 Dicembre, l'intramontabile Javier Girotto per un esclusivo evento al Teatro Golden di Roma. Un'imperdibile evento di musica dal vivo, la presentazione di un repertorio da solista utilizzando diversi strumenti a fiato, l'elettronica (campionamenti dal vivo)
Roma, 19/12/2010 (informazione.it - comunicati stampa - fiere ed eventi) Javier Girotto Solo Project live @ Teatro Golden
Roma, Martedì 28 Dicembre, inizio concerto ore 21,15


Roma, 28 Dicembre, l'intramontabile Javier Girotto per un esclusivo evento al Teatro Golden di Roma. Un'imperdibile evento di musica dal vivo, la presentazione di un repertorio da solista utilizzando diversi strumenti a fiato, l'elettronica (campionamenti dal vivo), proponendo una musica che va dall'improvvisazione totale a composizioni originale secondo diversi stili (tango, jazz, folclore argentino, musica classica). Concerto in un solo tempo della durata di un'ora di grande suggestione e poeticità.

Info:
teatro golden, via taranto, 36, Roma

ufficio stampa:
www.mypresslab.com – ufficio stampa eventi e artisti emergenti

Biografia

Javier Edgardo Girotto nasce a Cordoba il 17 aprile del 1965. Si avvicina alla musica grazie al nonno materno A.L.Caroli, direttore di banda, suonando prima il rullante, poi il clarinetto piccolo in Mi bemolle, nella Infanto Juvenil de Cordoba e nella banda di Villa del Rosario, per poi passare a quello in Si bemolle. Il passaggio per un clarinettista al saxofono è naturale. Scelto il sax contralto, comincia a frequentare Buenos Aires, in cerca di qualcuno che lo avvii al jazz, purtroppo senza fortuna. Rientrato a Cordoba forma i suoi primi gruppi di ispirazione jazzistica, dedicandosi anche alla musica commerciale dei cosiddetti “Quartetos”. A sedici anni intraprende gli studi classici, iscrivendosi al Conservatorio Provincial De Cordoba e non esistendo la cattedra di saxophono, si iscrive ai corsi di clarinetto e flauto raggiungendo il compimento medio in entrambi gli strumenti. Parallelamente agli studi in conservatorio forma e collabora con diversi gruppi, tra cui i Vertiente, un mix di fusion e folklore argentino, i Jazz 440, “Jam”, l’Enzo Piccioni Quartet e il Juan Ciallella Quartet.
A 19 anni vince una borsa di studio del Berklee College of Music e gli si spalancano finalmente le porte del mondo del jazz. Resta nella prestigiosa scuola bostoniana per quattro anni, diplomandosi in Professional Music “Cum Magna Laude”. I quattro anni statunitensi sono proficui, un periodo in cui ha approfondito gli studi di composizione e arrangiamento e di sax e improvvisazione con maestri del calibro di Joseph Viola, George Garzone, Hall Crook e Jerry Bergonzi, imparando poi, “il mestiere”, suonando con Danilo Perez, George Garzone, Hall Crook, Bob Moses, Herb Pomeroy e tanti altri musicisti da cui ha raccolto una scintilla della loro esperienza.
L’avventura italiana di Javier Girotto inizia a 25 anni. Anche in Italia alterna la collaborazione con gruppi di musica commerciale, latina, con la formazione di diversi gruppi jazz, con cui comincia la sua attività di compositore e arrangiatore. La sua prima formazione romana è “Tercer Mundo”, insieme ad Horacio “El Negro” Hernandez, sui binari del latin jazz, un sestetto formato da piano, basso, percussioni, batteria, tromba e sax, seguito a ruota dai “Six Sax”, un quartetto di saxofoni, con basso e batteria, composto da Rosario Giuliani e Tony Germani all’alto, Gianni Savelli al tenore, Javier al baritono, Marco Siniscalco al basso e Pietro Iodice alla batteria, col quale incide il suo primo cd “Homenaje” nel 1995 con special guest Bob Mintzer e Randy Brecker. In questo stesso periodo nasce il gruppo per il quale i sax soprano e baritono di Girotto sono maggiormente conosciuti, Aires Tango, con Alessandro Gwis al pianoforte, Marco Siniscalco al basso e Michele Rabbia alla batteria e percussioni, in un connubio delle ragioni del tango con quelle del jazz che, partendo dal piacere legato all’ascolto degli stilemi della musica argentina, rassicura l’ascoltatore nell’affrontare le “rapide” della “diversità” dei suoi soli. Con Aires Tango incide ben 10 dischi e nel 2009 festeggiano 15 anni di vita con il loro disco “10/15” (appunto per indicare 10° disco e 15 anni di vita del gruppo) gemme di un percorso in cui Girotto è stato accompagnato sempre dal plauso incondizionato del pubblico, che lo ha incoraggiato ad “aprire” il progetto alla voce di Peppe Servillo e all’orchestra sinfonica. Nel 1999 nasce un altro gruppo, “Cordoba Reunion”, formato da quattro musicisti cordobesi, Javier Girotto ai sax e flauti, Gerardo Di Giusto al pianoforte, Minino Garay alle percussioni e Carlos El Tero Buschini al basso, impegnati in un progetto con il quale ritorna alle radici della sua musica, con un occhio a quei tempi che hanno preceduto il tango, trascinando l’ascoltatore in un viaggio empatico ed emozionale alla ricerca dei ritmi di milonga, chacarera, zamba e candombe, gruppo, questo che ha inciso un disco con la cantante Mercedes Sosa.
Nel 2000 Javier Girotto forma un doppio duo: il primo con il bandoneon di Daniele Di Bonaventura, col quale incide tre dischi: “Javier Girotto Plays Rava”, “Recordando Piazzolla”e “Recordando Gardel” con un’orchestra di 13 archi;
Il secondo Duo con Luciano Biondini (accordion) con il quale incide 2 C.D. con tutte composizioni originali, ma tornando un’altra volta alla improvvisazione più libera. il primo disco è del 2002 per l’etichetta Philology “ El Cacerolazo”, il secondo nel 2005 per l’etichetta ENJA RECORDS “Terra Madre”. Anche questo duo li vede protagonisti nei festivals e clubs non solo italiani ma maggiormente il Germania, Spagna,Svizzera, Austria ,Danimarca, Ollanda, Europa dell’est, Argentina,ecc.

In questo stesso anno inizia la sua collaborazione con la prestigiosa ONJ, l’Orchestre National du Jazz di Parigi (Francia).
Tra le formazioni di Javier Girotto è l’elegante duo formato con il pianista argentino Natalio Mangalavite, con il quale ha inciso Colibrì, un cd che rappresenta la sintesi dell’intero sentire sudamericano, al quale da poco si è aggiunta la voce di Peppe Servillo, andando, così, a creare il Trio G.S.M. Già Servillo aveva collaborato insieme a Girotto in alcuni progetti di Aires Tango come guest e nel tempo la collaborazione si solidificava in un desiderio di creare un progetto insieme dove il cantante fosse protagonista dall’inizio alla fine e che vede concretizzare questo progetto nel loro primo disco dal titolo “L’Amico di Cordoba” per “Il Manifesto C.D.” Peppe Servillo è L’autore dei testi e Girotto della musica. Nel 2008 il Trio G.S.M. registra il secondo c.d. da titolo “Futbol” con ospite Toni Servillo e Fausto Mesolella.
Nel 2002 entra a far parte dell quartetto di Enrico Rava “Piano less” con cui incide un c.d. “Full of Life” assieme a Ares Tavolazzi e Fabrizio Sferra.
Successivamente forma e registra il primo disco “Nauhel” ed: dal “Il Manifesto” Javier Girotto & Vertere String Quartet, privilegiando un repertorio arrangiato da Luigi Giannatempo con musiche originali di Girotto supportato dal quartetto d’archi.
2006 Forma insieme al Paolo Silvestri Ensamble e Luciano Biondini quello che sarebbe la continuazione del disco “Anniversario” fatto con Aires Tango e l’orchestra sinfonica di Sofia ,registrando il primo albun per la Giotto Music
Nel frattempo con la PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra - Auditorium di Roma), registra il disco “Argentina :Escenas en Big Band” con composizioni originali di Girotto, arrangiati da Luigi Giannatempo; nell’ dicembre ’08 viene invitato dalla Jazz Orchestra of the Concertgebouw di Amsterdam per una tournée in tutta Ollanda presentando questo progetto de big band e nel agosto del 2010 sarà ospite dela WDR big band (della radio di Colonia – Germania) per un progetto “Jazz tango” insieme a Gary Burton e Marcelo Nisinman
Nell’ novembre 2008 presenta insieme a Paolo Silvestri il “Concerto Latino” per orchestra sinfonica e sax soprano composto da Silvestri per Girotto e in aggiunta composizioni dello stesso Girotto,con la orchestra sinfonica di San Marino , orchestra Filarmonica Marchigiana, orchestra della Magna Grecia di Taranto,orchestra regionale di Roma e del Lazio, progetto che si vedrà riproposto con tutte le migliore orchestre sinfoniche europee.
Sempre nell’ 2008 forma insieme a Fabrizio Bosso il “Latin Mood” documentando questo progetto nel disco “Tribute” e registrando per la Blue Note nello stesso anno il disco “Sol”.
Un altro progetto è quello di aver elaborato un repertorio originale per quartetto di sassofoni insieme al Atem Saxophon Quartet solista,compositore e arrangiatore lo stesso Girotto, documentando questo lavoro nel disco “SUIX” prodotto dal etichetta Parco della Musica di Roma.
Attualmente è insegnante nella cattedra jazz del Conservatorio Santa Cecilia di Roma.

Infinite sono le collaborazioni di Javier Girotto, da Enrico Rava con il quale lo troviamo interessante baritonista nel quartetto Pianoless, omaggio a Chet Baker e Gerry Mulligan, con il quale ha inciso Full of Life, a Roberto Gatto, colonna portante del quintetto, con cui ha partecipato a tre compact “7#, “Sing sing Sing” e”Deep”, con il trombonista Gianluca Petrella, col quale ha registrato “X-Ray”, da Rita Marcotulli, delle cui formazioni è l’anima etnica-argentina in cui si alterna al flauto andino e al soprano, con la quale ha inciso “The woman next door” “Koinè” e un disco per la rivista L’Espresso nel 2009 poi con Paolo Di Sabatino, in veste di sideman del suo quartetto e del suo ultimo disco, e, ancora:
Bob Mintzer - Randy Brecker - Danilo Perez – Gary Burton - Antonello Salis – Kenny Wheeler – Ralph Towner - Jeff Ballard - Ben Street - Ed Simon – Avishai Cohen – Paul Mc Candless – Paolo Fresu - Quique Sinesi – WDR Big Band Koln Germany – Orchestra Jazz Concertgebouw Amsterdam Holland - Battista Lena – Alexander Balanescu – Zlatko Caucic - Gianni Coscia - George Garzone - Anga’ Diaz - Furio di Castri - Bill Pierce - Tony Scott - Bob Moses - Arto Tuncboyaciyan - Michel Benità - Danilo Rea - Carlo Rizzo - Aldo Romano - Luis Agudo - Maurizio Giammarco - Stefano Battaglia – Louis Sclavis - Michel Godard - Anouar Brahem - Gianluigi Trovesi - Lella Costa - Arnoldo Foa’ - Raffaello Baldini - Toni Servillo - Leo Gullotta - Mercedes Sosa - Paolo Damiani - Rita Marcotulli - Roberto Gatto - Peppe Servillo - Natalio Mangalavite - Gianni Coscia - Sulman Rushdi - Dado Moroni - Nada - Stefano Bollani – Roma Jazz Ensamble di Corvini ,Iodice - Rosario Giuliani - M. Pia de Vito - PMJO - Michele Rabbia - Luciano Biondini - Daniele di Bonaventura - Roma Sinfonietta Orchestra – Orchestra sinfonica di San Marino - Paolo Silvestri - Enrico Rava - Paolo Fresu - Avion Travel - Ares Tavolazzi - Horacio Hernandes - Gianluca Petrella - Bebo Ferra - Orchestre National du Jazz (O.N.J. - Paris) -Paul Rogers - Anders Jormin - Dario Deidda - Danilo Perez - Nicola Piovani - Massimo Carlotto - PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra) Zadie Smith, Elisabetta Rasy – Valerio Mastandrea – Daniele Formica – Enzo De Caro -Andy Sheppard – Neri Marcorè, Samuele Berzani, Giuliana de Sio, Trio Medusa, Giorgio Scaramuzzino, Ugo Dighero, Roberto Citran , Davide Riondino, Massimo Popolizio e molti altri
Ha suonato e suona nei più importanti festivals, teatri , rassegne e clubs italiani di jazz come “Umbria Jazz”, Teatro “Ambra Jovinelli”, “Villa Celimontana - Jazz Image”, “La Palma - Fandango”, Quirinale - SalaConcerti, Radio RAI 3, Roccella Ionica, Università “La Sapienza”, Cattolica del Sacro Cuore, medicina e chirurgia “Agostino Gemelli, lettere e filosofia Università di Tor Vergata,Teatro “Piccinni” di Bari, Massenzio- Roma, Mercati Traiani - Roma, “Casa del Jazz” di Roma, “Jazz & Wine” di Cormon, Montalcino, Altomonte, Auditorium di Roma e Santa Cecilia, Ambasciata della Repub. Argentina, Italian Culture di Nairobi.

Concerti:
1999 - Genève “L’oreille du chat” - France, Cormòn “Jazz & Wine” teatro Comunale. (GO), Amiens,ecc..
2000 - Parigi, Epinal ”Cafè Jazz” – France,ecc..
2001 - Parigi, Zagabria “Istraetnojazz” - Svetvincenat , Kastel Grimani - Valladolid “Estival Sta. Cruz”, Spagna.
2002 - Epinal, Macau International Festival - Cina, Olanda “North See Jazz”,
2003 - Cormon “Jazz and Wine”, Tenerife “Jazz Atlantico”, “Jazz all’Ambra” - Teatro Jovinelli, Pas de Calais,
Monaco di Baviera “Unterfahrt”, Maerz (Linz) “Kunstlervereinigung Maerz Musik” - Austria, Praga “Struny Podzimu, Mezinàrodni hudebni Festival” - Austria, Amsterdam “BassDrumBone” guest Michel Godard - Olanda, Nairobi - The Italian Institute of Culture - Kenya
2004 - Auditorium “Centro Culturale di Belem”, Bruxelles, Mons, Colonia, Linz “Maerz Musik” - Austria Innsbruck “Treibhaus” - Austria, Passau “Jazz im Cafe Museum” - Germania, Esslingen “Dieselstrasse Kulturzentrum” - Germania, Belgrado “International October Festival of Jazz and More“ Serbia, Bad Ischl “Jazzfreunde” - Austria, Innsbruck “Treibhaus Festival” - Austria, Zurigo “Moods Im Schiffbau” - Svizzera,
Ulm “Stadthaus” - Germania, Vienna “Porgy & Bess Jazz Club” - Austria, Saalfelden “Nexus Kunsthaus Saalfelden” - Austria, Colonia “Entdeckung Europa Folklore Imaginaire” - Germania -
2005 - Parigi, Epinal, Quimper “Aprèm Jazz Festival” - Francia, Coutances “Jazz sous les Pommiers” - Francia, Besançon “Nouveau Théatre" - Francia - Nevers « Pac des Ouches » Francia -
2006 - Austria “Burgcultur”, Ljubiana, Slovenia “Cankarjevjazz” -Kladno (CZ) Kladenske Divadelko - Dresden (D)Neue Tonne jazz club -Passau (D) “Jazz im Cafe Museum” - Wendelstein(D)Jegelscheune-Heidelberg(D) DAI -Wien(A)Porgy and Bess -Graz(A) Stockwerk- Allensbach (D) -St.Gallen(CH) - Amsterdam (Holland) Bimhuis jazz club - Rotterdam (Holland) Lantarem Venster - Marseille(FR) « Le Cri du Port »-Cannes(FR) MJC Picaud- Caen(FR) Theatre- Paris (FR) Duc Des Lombard - Dukerque (FR) jazzclub- Brussels(Belgium)- Charleville Mesiere(FR)-Liege(Belgium)- Luxembourg « L’Inoui »-Orleans (FR)-Guerande(FR)Athanor-Nantes(FR)Pannonica-Tours(FR)LePetit Faucheux - Clermont Ferrand-Joze(FR)-Montlucon(FR)Le Guingois - Casa del Jazz (Roma) carta bianca J.Girotto - Bolzano jazz festival - Clusone jazz festival - Villa celimontana(Roma) - Gubbio Jazz fest. - Rocella Ionica jazz fest. - Tour in Danimarca - Tour in Austria, ecc….
2007 – Nei teatri e jazz festivals di :Rosny sous Bois (FR) – Véliz theatre del’Onde (FR) – Arnhem (NL)-Krefeld (D) – Amsterdam (NL) – Tilburg (NL) – Rotterdam (NL) – Dordrecht (NL) – Issoudum (FR) – Houilles (FR) - Chevrouse (FR) – Chisinau (Moldavia) – Odessa (Ucrania) – Vinnitsa (Ucrania) – Elles (FR) – Charleville Mézière (FR) – Groningen (NL) – Repubblica di San Marino – Eindhoven (NL) – Innsbruck (A) – Wien (A) – Festival di Jazz italiano a Buenos Aires (RA) – Ginza jazz festival Tokyo Japan
2008 – Teatri di Lubjana – Verona – Colonia (Koln) ,Munster, Duseldorf (DE) insieme alla WDR big band – Bonn al auditorium della casa di L.Van Beethoven – Ravenna Festival – Vignola festival – Duisborg jazz festival (DE) – Noth Sea Jazz Festival (NL) – Atina jazz festival . Alto Adige jazz festival – Villa Celimontana jazz – Ravello festival – Casa del jazz (Roma) – Bruxelles (BE) – Stocolma (Svezia) – Perpignan jazz festival (FR) – Tilburg (NL) – Zagreb (Croazia ) - Nova Goriza(SLO) – Paris (FR) – fra i piu importanti,ecc….
2009 – fra i Teatri e festival piu importanti : Bonn Beethovenhaus – Castello di Sannicandro (BA) – Fidenza - Senigalia – Palermo – Lumezzane – Sesto Fiorentino – Salzburg (A) – Fasano – Lecce – Brindisi – Bari – Savona – Alghero – Fano – Jesi – Fermo – Trevi Cremona – Rimini – Imperia – San Sebastian, Hernani, Valladolid, Salamanca (Spagna) – Vienn (A) – Auditorium Parco della Musica di Roma – Taranto Torino – Trento – Messina – La Spezia – Genova – Teatro Greco di Taormina – Corregio – Verona – Hertogenbosch (NL) – Villa Celimontana jazz (RM) – Gubbio . S.Teresa di Gallura – Caserta – Campobasso – Benevento – Pesaro – Avellino – Ancona – Tuscania – Berna, Zurich (Svizzera) – Vienna (A) Nymegen, Amsterdam, Arnem, Tilburg, (Holland) – Ferrara teatro Comunale – Festival jazz di Buenos Aires, Cordoba,La Plata (Argentina) – Montevideo (Uruguay).
2010 – fra i Teatri e festival piu importanti : Bolzano – Martina Franca – Auditorium Parco della Musica di Roma – Carpi – Chiasso – Klosters (Svizzera) – Eschen (FL) – Perugia Umbria Jazz – Ivrea – Prato – Fiorenzuola – Trento – Bordeaux (FR) – Gorizia – Nova Goriza (SLO) Lubjana (SLO) Massa – Plzen, Praga, Trutnov, Ceske Biudejovice (CZ, Repubblica Ceca) – Genova – L’Aquila – Palermo – Catania – Forli – Museo Capitolino « Marco Aurelio » di Roma – Conservatorio S.Cecilia di Roma – Corregio – Pompei – Salerno – Torino – Vittoria – Lago Maggiore fest. – Piazza Armerina fest. – Cerveteri fest. – Avellino – Villa Celimontana jazz (RM) – San Marino – Napoli - Zeche, Zollverein, Essen, Dusseldorf, Filarmonic of Cologne (DE) insieme alla WDR Big Band guest Javier Girotto , Gary Burton, Marcelo Nisinman – Ara Pacis di Roma – Brescia – Brugge Jazz Festival (BE) – Paris (FR) – Epinal (FR) – Torino – Varese – ecc…e tantissimi altri festival e clubs di tutto il mondo.

MUSICA E LETTERATURA
Ha collaborato con Ivano Marescotti “C’era tre volte” di Raffaello Baldini. Con Lella Costa e Arnoldo Foà. “Le Mille e una Notte . Sherazade”. Con Valerio Mastrandrea “San Isidro Futbol”. Con Leo Gullotta, Salman Rushdi, Tony Servillo, Zadie Smith, Elisabetta Rasy – Daniele Formica – Enzo De caro – Neri Marcorè - Samuele Berzani - Giuliana de Sio - Trio Medusa - Giorgio Scaramuzzino - Ugo Dighero - Roberto Citran - Davide Riondino, Massimo Popolizio , Riccardo Scamarcio, e molti altri.
Ufficio Stampa
myPresslab
Roma Italia
comunicati@mypresslab.com
3451602994
COMUNICATI WIDGET
Pubblica liberamente i comunicati di Informazione.it sul tuo sito. SCOPRI COME...