Vaccini. La Corte Costituzionale: “Risarcimenti anche per quelli non obbligatori come morbillo, parotite e rosolia”

A sollevare il caso di fronte alla Consulta era stato il Tribunale ordinario di Ancona
Lecce, (informazione.it - comunicati stampa - società) La Corte Costituzionale, con la sentenza 107 del 16 aprile, depositata oggi, ha dichiarato “l’illegittimità costituzionale dell’articolo 1, comma 1, della legge 25 febbraio 1992, n. 210, là dove limita il diritto di indennizzo solo a coloro che subivano danni irreversibili da vaccinazioni obbligatorie escludendolo, invece, quelle raccomandate come morbillo, parotite e rosolia.
Ad evidenziarlo è Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”.
A sollevare il caso di fronte alla Consulta era stato il Tribunale ordinario di Ancona rispetto al ricorso per ottenere l’indennizzo proposto dai genitori di una bambina la quale, a seguito della vaccinazione contro morbillo-parotite-rosolia (MPR), che, “ancorché non obbligatoria e, dunque, non suscettibile di dar luogo, ove generatrice delle complicanze previste dalla normativa denunciata, all’indennizzo ivi previsto si presentava, però, fortemente incentivata dalle pubbliche autorità, avendo essa formato oggetto di una intensa campagna di sensibilizzazione, attestata da numerosi atti emanati a tale riguardo dalla pubblica amministrazione”.
La sentenza sancisce l’indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati, nella parte in cui non prevede il diritto ad un indennizzo, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla medesima legge, nei confronti di coloro i quali abbiano subìto le conseguenze previste dallo stesso articolo 1, comma 1, a seguito di vaccinazione contro il morbillo, la parotite e la rosolia”.
Giovanni D’Agata, invita tutti coloro che hanno diritto all’indennizzo per i danni irreversibili subiti in conseguenza di vaccinazioni anche non obbligatorie come morbillo, parotite e rosolia ad avvalersi del supporto degli esperti dello “Sportello dei Diritti”, per avviare tutte le azioni a propria tutela.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
giovanni d'agata
 provincia di lecce (Leggi tutti i comunicati)
via belluno
73100 lecce (Lecce) Italia
dagatagiovanni@virgilio.it
3889411240
Allegati
Non disponibili
Autismo: responsabile il vaccino trivalente contro il morbillo, parotite e rosolia  -  Secondo il Tribunale di Rimini un vaccino può fare diventare autistico un bambino. Ad evidenziarlo è Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, a seguito…
Corte costituzionale boccia il milleproroghe approvato Corte costituzionale boccia il milleproroghe approvato  -  Si riaprono totalmente i giochi sull’anatocismo: l’applicazione di interessi su interessi. Via libera ai recuperi. La Corte costituzionale ha bocciato ieri 5 aprile 2012 con sentenza n.78/12 la norma del passato decreto “milleproroghe” che aveva tagliato drasticamente i tempi per presentare…
Vittorio Sgarbi vs Gherardo Colombo. La Corte Costituzionale boccia la Camera nel giudizio sul conflitto di attribuzione Vittorio Sgarbi vs Gherardo Colombo. La Corte Costituzionale boccia la Camera nel giudizio sul conflitto di attribuzione  -  La Corte Costituzionale boccia la Camera nel giudizio sul conflitto di attribuzione e dichiara che “che non spettava alla Camera dei deputati affermare che i fatti per i quali è in corso il giudizio civile promosso dal dott.…
Corte di Giustizia Europea, si al danno morale in caso di cancellazione del volo  -  Inoltre, un passeggero può chiedere il risarcimento dovuto a motivo della cancellazione del volo, qualora il suo aereo sia partito, ma, per una qualsivoglia ragione, sia stato poi costretto a rientrare all’aeroporto di partenza e il medesimo passeggero sia stato…
La morte di Whitney Houston solleva domande sull'eccessiva prescrizione di sedativi La morte di Whitney Houston solleva domande sull'eccessiva prescrizione di sedativi  -  Mentre la causa della morte di Whitney Houston non è stata ancora determinata, si sa che stava prendendo un cocktail di farmaci che le erano stati prescritti incluso almeno tre benzodiazepine: Xanax, Ativan e Valium. Capita che quei tre siano anche i sedativi…
Loading....