Utente: Anonimo

Antonino Gatto contesta mancati investimenti a Monterotondo

Il candidato sindaco delle liste civiche denuncia l’incapacità cronica dell’amministrazione comunale di attrarre finanziatori per riqualificare il territorio della città eretina
, 08/05/2009 (informazione.it - comunicati stampa - politica e istituzioni) “La nostra città ha sempre tenuto in secondo piano le opportunità economiche che abbiamo avuto in questi ultimi dieci anni”. Con queste parole il primario chirurgo dell’ospedale SS. Gonfalone critica l’operato dell’amministrazione comunale relativamente allo sviluppo della città sabina.
“Lo sviluppo economico – continua Gatto – si accompagna automaticamente a un maggiore progresso sociale. Avremmo potuto migliorare i servizi, istituirne di nuovi ed elevare la qualità della vita dei nostri concittadini, ma tutto ciò non è accaduto perché la politica adottata dall’amministrazione che ha governato la città è sempre stata di tipo isolazionista. Ci siamo distaccati rispetto alle grandi arterie, allontanati dalla grande distribuzione, distanziati da un’ottica di sviluppo industriale lasciando ad altre realtà limitrofe la possibilità di crescere prima e meglio di noi. Il nostro obiettivo – spiega il candidato sindaco delle liste civiche – è quello di elevare il prodotto interno lordo della città, uno dei parametri fondamentali per i trasferimenti Stato-Comune, nonché elemento determinante per l’entrata nelle casse comunali di maggiore addizionale Irpef. La sinistra ha tenuto sempre in secondo piano tutto ciò – conclude –, a discapito di una città che meriterebbe molto di più sotto forma di servizi e opportunità”.
Ufficio Stampa
luca mancini
ab comunicazione
Monterotondo Italia
gattosindaco@yahoo.it