Utente: Anonimo

E’ gestito da un software “Made in Italy” l’archivio che IBM sta creando per il suo centenario

La soluzioni alla base di questo gigantesco progetto è NICA (Networked Interactive Contect Access), sviluppata interamente dal laboratorio Tivoli di Roma. NICA è un sistema collaudato di Digital Asset Management, per la gestione, l’archiviazione ed il riutilizzo di asset digitali.
Milano, 08/02/2011 (informazione.it - comunicati stampa - information technology) In vista degli eventi celebrativi per il centenario, il gruppo Corporate Archives di IBM è stato incaricato di digitalizzare, catalogare e mettere a disposizione degli altri gruppi IBM e di agenzie esterne una grande mole di immagini e registrazioni audio e video.

La soluzioni alla base di questo gigantesco progetto è NICA (Networked Interactive Contect Access), sviluppata interamente dal laboratorio Tivoli di Roma. NICA è un sistema collaudato di Digital Asset Management, per la gestione, l’archiviazione ed il riutilizzo di asset digitali.
Il sistema è già utilizzato da importanti clienti internazionali che lo hanno scelto per analizzare, indicizzare, archiviare, richiamare i propri Asset digitali e distribuirli sul Web, riducendo i costi e preservando i propri beni.

NICA consente infatti di archiviare e gestire contenuti eterogenei quali testi, foto, grafici, pagine PDF, Audio e Video indipendentemente dal loro formato; grazie a un potente motore di ricerca, permette ricerche di tipo relazionale, full text e parametrico basate su un ricco modello di metadati; si integra facilmente e velocemente con applicazioni esterne.
Il sistema ha un’interfaccia grafica per utenti Windows, Mac, i-Phone e Web e supporta le principali piattaforme: AIX, Linux, Solaris e database IBM DB2 o Oracle.

La IBM Corporation ha iniziato a valutare e selezionare tutte le migliori soluzioni disponibili, di diversi vendor, a fine 2009 e il processo si è concluso nel secondo trimestre del 2010 con la scelta di NICA.

La prima fase del progetto si è concluso nel Q3 2010.

Oggi il gruppo IBM responsabile del progetto fornisce ad una società esterna i contenuti in formato analogico (foto cartacee, nastri audio video) e ricevono formati digitali; gli oggetti digitali vengono archiviati in NICA con l'estrazione automatica dei meta dati (alcuni ricavati dal sistema, altri inseriti in fase di digitalizzazione); gli archivisti completano l'insieme dei meta dati e mettono gli oggetti a disposizione delle diverse Country

Le persone del gruppo IBM mandano contenuti multimediali a NICA che li archivia con l'estrazione di meta dati e sempre tramite NICA hanno la possibilità di pubblicare gli oggetti su youtube e su Akamai; gli oggetti vengono automaticamente convertiti da NICA al formato più adatto all'utilizzo e l'URL di youtube o akamai viene messo a disposizione degli utilizzatori finali per poter collegare il video ai siti IBM. Per facilitare l'accesso e l'inserimento ai contenuti è stata sviluppata una “web user interface” con un processo di autenticazione basata sul database internazionale del personale IBM.

Il progetto continuerà con l’introduzione di funzionalità aggiuntive all'interfaccia web e con l'integrazione di ulteriori siti esterni su cui pubblicare i video.

Per ulteriori informazioni:
IBM Italia
Alessandra Apicella
Tel 02.5962.5460
ale_apicella@it.ibm.com

Pleon
Sara Magri
Tel 02 006629.204
sara.magri@pleon.com
Ufficio Stampa
Patrizia Pia
Pleon Srl
Via Lorenzini, 4
20139 Milano Italia
patrizia.pia@pleon.com
020066290
Allegati
Non disponibili
COMUNICATI WIDGET
Pubblica liberamente i comunicati di Informazione.it sul tuo sito. SCOPRI COME...