Utente: Anonimo

Random Clarinet Quartet inaugura Musica nel Bosco 2012 a Groscavallo (TO)

Sabato 7 luglio 2012 alle ore 21 il Random Clarinet Quartet inaugura la terza edizione di Musica nel Bosco a Groscavallo. Anche quest’anno il programma sfrutta la straordinaria versatilità del clarinetto per esplorare diversi generi di musica. La prima parte della serata è dedicata ai grandi capolavori della tradizione operistica italiana, mentre la seconda pone l’attenzione sulla musica da film e su alcuni brani della tradizione popolare, in particolare sudamericana.
Groscavallo , 02/07/2012 (informazione.it - comunicati stampa - fiere ed eventi) Sabato 7 luglio 2012 alle ore 21 il Random Clarinet Quartet inaugura la terza edizione di Musica nel Bosco a Groscavallo.
Anche quest’anno il programma sfrutta la straordinaria versatilità del clarinetto per esplorare diversi generi di musica. La prima parte della serata è dedicata ai grandi capolavori della tradizione operistica italiana, mentre la seconda pone l’attenzione sulla musica da film e su alcuni brani della tradizione popolare, in particolare sudamericana.
L’apertura del concerto è affidata ad una delle pagine più famose di Rossini, la sinfonia dal “Barbiere di Siviglia”, carica di energia e vivacità. Ad essa segue “Largo al Factotum”, il brano col quale Figaro, uno dei protagonisti dell’opera, entra in scena portando con sé una grande dose di comicità e di brio. Abbandonata per un attimo l’opera italiana, si arriva all’”Aria sulla IV corda” di Bach, una dolce melodia tra le più famose del compositore tedesco. Dopo un breve intermezzo tratto da “Cavalleria Rusticana”, l’opera più importante di Mascagni, si chiude la prima parte con un piccolo omaggio all’operista italiano per eccellenza: Giuseppe Verdi. Ad essere eseguiti sono due tra i suoi brani più famosi, l’aria “La Donna è Mobile”, tratta da “Rigoletto”, e il gioioso brindisi tratto da “Traviata”.
La seconda parte del concerto esplora l’anima più moderna del clarinetto, mettendo in luce la grande versatilità di questo strumento. Si inizia con la colonna sonora scritta da Luis Bacalov per l’ultimo film del grande Massimo Troisi, Il Postino. Si continua poi con tre brani dedicati al compositore che riuscì a nobilitare e diffondere il Tango argentino in tutto il mondo: Astor Piazzolla. Accanto ai conosciutissimi Oblivion e Libertango, viene presentato anche Caffè 1930, tratto dalla suite “Histoire du Tango”. Un breve intermezzo è dedicato ad Ennio Morricone, con la sua straordinaria musica per l’ultimo film di Sergio Leone, “C’era una volta in America”. Per finire ecco il folklore tzigano della Czardas, rivisitato con un’anima mediterranea dal saxofonista e compositore spagnolo Pedro Iturralde in “Pequena Czarda”.
Anche in questa serata le capacità virtuosistiche e la vivacità del clarinetto stupiranno tutti!
Ufficio Stampa
Luigi Sapino
Privato
(Torino) Italia
luigisapino@yahoo.it

Consulta le schede di ...