Andrea Mandorlini

Cresciuto nel Ravenna, passò al Torino e quindi all'Atalanta in Serie B.
Tornò a giocare in Serie A con l'Ascoli, dove rimase per tre stagioni prima di venire chiamato dall'Inter, squadra della quale è tifoso, nel 1984. A Milano vinse lo "scudetto dei record" con Giovanni Trapattoni. Vinse la Supercoppa italiana e la Coppa UEFA nel 1991, nella sua ultima stagione al club.
Approdato all'Udinese, dopo due stagioni, nel 1993, si ritirò.
Nel 1980 ha giocato una partita in Nazionale Under-21.
Inizia la sua carriera da allenatore a 33 anni con il Manzanese, squadra militante nel Campionato Nazionale Dilettanti, non riuscendo a salvare la squadra dalla retrocessione in Eccellenza.
Fra il 1994 e il 1998 è stato allenatore in seconda al Ravenna, ottenendo nel 1996 la promozione in Serie B.
Nel 1998 subentra a stagione in corso alla guida della Triestina in Serie C2, chiudendo la stagione al secondo posto, e perdendo la finale play-off, valida per la promozione, contro il Sandonà. (fonte: Wikipedia)

É l'Hellas di Mandorlini «Grande prestazione»

«Dovevamo dare intensità e saper essere aggressivi Ho avuto l'impressione di poter strappare la vittoria Toni penalizzato. Servono i cartellini, per gli altri però». Andrea Mandorlini indica, il Verona esegue e si prende un punto d'oro. Tutto Schermo ... (L'Arena - 9 giorni fa) Leggi | Commenta

Hellas Verona - Roma Via al campionato di Serie A

VERONA. «Troveremo una squadra che si è tanto rinforzata. Sono forti, se guardassimo i numeri si direbbe che non c'è partita, ma il calcio è lo sport più bello del mondo e può succedere di tutto. Ce la giocheremo». Così Andrea Mandorlini alla vigilia ... (L'Arena - 10 giorni fa) Leggi | Commenta
Loading....