Anna Mazzamauro

Inizia la carriera di attrice sul finire degli anni sessanta, quando diventa impresaria di se stessa, aprendo un piccolo teatro in centro a Roma, "Il Carlino". In questo laboratorio sperimentale, oltre alle sue prime prestazioni da attrice prevalentemente teatrale, muovevano i loro passi anche personaggi come Elio Pandolfi, i Vianella (Wilma Goich e Edoardo Vianello) e Bruno Lauzi. Nel frattempo debutta al cinema nel 1967 in "Pronto... c'è una certa Giuliana per te" di Massimo Franciosa. Dopo un disastroso incendio avvenuto nel 1968, il teatro andò praticamente distrutto, la compagnia chiuse e la Mazzamauro si trovò disoccupata. In quell'anno recita nella commedia musicale "Non cantare, spara", insieme al Quartetto Cetra.
Nei primi anni settanta si esibì in numerosi spettacoli teatrali di cabaret dove presentava una serie di personaggi femminili, caricature prese dalla società contemporanea, mettendo in evidenza una notevole dose di intelligenza e autoironia. Da uno di questi spettacoli venne pubblicato un Lp che immortala alcuni dei suoi tormentoni. Fra i partner di scena Lino Banfi e Oreste Lionello. (fonte: Wikipedia)
Loading....