Arturo Dazzi

Arturo Dazzi nacque a Carrara nel 1881. Rimasto orfano del padre, proprietario di cave e di un laboratorio per la lavorazione del marmo, giovanissimo iniziò lavorare nella bottega dello zio come apprendista scalpellino; qui acquisì quasi subito una certa manualità supportata anche da una discreta percezione artistica e da un notevole senso delle proporzioni, che lo indussero quasi come percorso segnato ad iscriversi all'Accademia di Belle Arti di Carrara dove seguì i corsi di Lio Gangeri.
Dazzi dopo il diploma, in seguito all'acquisizione di una borsa di studio triennale, nel 1901 si trasferì a Roma e iniziò quasi subito, osservando con partecipazione ed interesse alle novità culturali sia nel campo della scultura che in quello della pittura del primo novecento, a ricevere riconoscimenti artistici.
Una delle sue prime opere, "I costruttori", fu acquistata dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna, e nel 1908 fu chiamato per realizzare la statua del "Cardinale De Luca", che si può osservare ancora oggi dentro il Palazzo di Giustizia di Roma. (fonte: Wikipedia)
Loading....