Asti

Asti ("Ast" in piemontese) è un comune italiano di 76.673 abitanti, capoluogo della provincia omonima in Piemonte.
È il quarto comune della regione per numero di abitanti e il sesto per superficie.
"Municipium" romano noto con il nome di "Hasta Pompeia" o semplicemente "Hasta", fu sede del ducato di Asti, ducato longobardo della Neustria.
Libero comune nel Medioevo, con diritto di "battere moneta", fu uno dei più importanti centri commerciali tra XII e XIII secolo, quando i suoi mercanti svilupparono il commercio e il credito in tutta Europa.
È conosciuta in tutto il mondo per i suoi vini, in particolare l'Asti spumante: ogni anno, a settembre, vi si tiene uno dei concorsi enologici più importanti d'Italia, denominato la Douja d'Or.
Celebre è anche il suo Palio storico, manifestazione tra le più antiche d'Italia, che si svolge a settembre e culmina con una corsa di cavalli montati "a pelo" (senza sella).
Negli ultimi anni ha assunto una notevole rilevanza a livello nazionale anche il Festival delle sagre astigiane, una manifestazione enogastronomica che si tiene ad Asti la settimana antecedente il Palio di Asti, dove oltre 40 pro loco della provincia di Asti propongono le loro specialità gastronomiche, accompagnate da vini DOCG astigiani, in un grande ristorante all'aperto, meta ormai di migliaia e migliaia di persone provenienti per l'occasione da tutta Italia. (fonte: Wikipedia)

Asti, denuncia il compagno che la maltratta e perde il diritto al “bonus bebè”

Ci sono lividi che non si vedono, sigillati tra i binari rigidi e rassicuranti dei «ma, però». Ci sono dolori che ingoiano silenzi, ricacciati dentro come bocconi amari, da digerire in fretta se conditi di speranza. Ma da quell’uomo, amato tanto da farle desiderare un figlio, Anna adesso deve difendersi. E a quell’inferno di botte e insulti che non... (La Stampa - 3 giorni fa) Leggi | Commenta

Asti, denuncia il compagno che la maltratta ma perde il “bonus bebè”

Ci sono lividi che non si vedono, sigillati tra i binari rigidi e rassicuranti dei «ma, però». Ci sono dolori che ingoiano silenzi, ricacciati dentro come bocconi amari, da digerire in fretta se conditi di speranza. Ma da quell’uomo, amato tanto da farle desiderare un figlio, Anna adesso deve difendersi. E a quell’inferno di botte e insulti che non... (La Stampa - 3 giorni fa) Leggi | Commenta
Mappa
Loading....