Carcano Mod. 91

Il Carcano Mod. 91, (fuori d'Italia anche conosciuto come Mannlicher-Carcano-Parravicino), è un fucile ad otturatore girevole-scorrevole adottato dal Regio Esercito italiano nel 1891 ed è stato l'arma d'ordinanza dell'esercito italiano per mezzo secolo, dal 1896 al 1945; esso sostituiva il vecchio 87 e adottava il nuovo piccolo calibro di 6,5 × 52 mm Mannlicher-Carcano.
A seguito della scoperta da parte di Paul Marie Eugène Vieille nel 1884 della polvere infume, attraverso la gelatinizzazione della nitroglicerina con una miscela di etere ed alcool, si rese disponibile la possibilità di progettare fucili di calibro minore di quelli fino ad allora adottati. Il Regio Esercito aveva in dotazione i fucili 87, 82 e 90 nel grosso calibro 10,35 × 47 mm R, con munizioni a polvere nera, di buona qualità, ma resi obsoleti da questa nuova scoperta.
Gli storici nemici austriaci, ad imitazione di quanto fatto dai francesi, avevano introdotto in servizio il Steyr-Mannlicher M1888 in calibro 8 × 50 mm R Mannlicher I tedeschi adottarono nel 1888 la munizione da 8 x 57 mm sul nuovo fucile Gewehr 88, che sembrò all'inizio una scelta ragionevole, ma, a seguito di alcuni esperimenti, si decise di adottare un calibro ancora inferiore, da 6,5 mm Carcano, che avrebbe permesso, tra l'altro, alle truppe di trasportare con facilità un maggior quantitativo di munizioni. Questa questione era all'ordine del giorno per gli sviluppi delle guerre coloniali, in cui frequentemente le truppe europee rimanevano a corto di proiettili, in aree "selvagge" dove erano pochissime le vie di comunicazioni. Anche quando non si era a rischio di rimanere senza proiettili in battaglia si doveva trascurare completamente l'addestramento al tiro non appena si abbandonava la linea di costa o le poche zone servite da ferrovie. Proprio in quel decennio la disfatta di Adua dimostrò quanto questo ragionamento fosse corretto. (fonte: Wikipedia)

«Corri papà. È acido»: la diretta dell’agguato nel telefonino di Pietro

Registrata l’aggressione in via Carcano. La registrazione dura 34 minuti e 58 secondi. Pietro aveva il cellulare della madre nella felpa (Corriere della Sera - 72 giorni fa) Leggi | Commenta

L'aggressione con l'acido a Milano, il complice della coppia: "Pensavo fosse acqua"

Interrogatorio di garanzia per il 32enne bancario fermato per l'agguato in via Carcano. Magnani ha spiegato di credere che si trattasse di uno scherzo, ma poi..... (La Repubblica - 79 giorni fa) Leggi | Commenta

Milano: ragazzo sfregiato con acido, complice incastrato da video (2)

(Adnkronos) - Il video fornito dalla difesa di Alexander, mostrato per scagionare il proprio assistito, ha finito per svelare la presenza di un terzo protagonista dell'aggressione del 28 dicembre in via Carcano a Milano. Secondo gli inquirenti il complice di ... (Sardegna Oggi - 80 giorni fa) Leggi | Commenta

Aggredito con acido: difesa, partecipo' anche un secondo uomo

(AGI) - Milano, 27 gen. - Un secondo uomo, finora non identificato,sarebbe stato presente insieme ad Alexander Boettcher in via Carcano a Milano e avrebbe aiutato Martina Levato a raccogliere i contenitori con l'acido gettato sul volto di Pietro Barbini. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia - 87 giorni fa) Leggi | Commenta

Silk reloaded 2.0: Como città per la moda

Dopo il successo della prima edizione di Silk Reloaded, il tessile comasco torna ad incontrare la gente nel cuore della sua città. E lo fa attraverso i progetti degli studenti che fanno parte di uno dei più importanti istituti superiori di formazione del tessile moda in Italia, il Paolo Carcano di Como,... (Prima Pagina News - 8 gennaio 2015) Leggi | Commenta
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10