Corte costituzionale della Repubblica italiana

La Corte costituzionale, nel sistema politico italiano, è un organo di garanzia costituzionale cui è demandato il compito di giudicare la legittimità degli atti dello Stato e delle Regioni, dirimere eventuali conflitti di attribuzione tra i poteri di dette istituzioni e tra le Regioni stesse, ed esprimersi su eventuali atti di accusa nei confronti del presidente della Repubblica.
Prevista già nel dettato costituzionale del 1948 all'articolo 134, trovò attuazione solo nel 1955 a seguito della 1953 e della legge ordinaria 87/1953 e tenne la sua prima udienza nel 1956.
La sua sede è a Roma, al palazzo della Consulta, da cui si attribuisce alla Corte l'informale nome, per metonimia, di Consulta.
Questa struttura mista è finalizzata a conferire equilibrio alla Corte costituzionale: per favorire tale equilibrio il costituente associa, nella composizione dell'organo, l'elevata preparazione tecnico-giuridica e la necessaria sensibilità politica. (fonte: Wikipedia)

Unioni civili, pronto il ricorso alla Consulta

Quaranta senatori annunciano il ricorso alla Corte Costituzionale per conflitto di attribuzione. In occasione dell'esame del disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili, denunciano, «non sono state rispettate le normali procedure» previste dall ... (ControCopertina - 2 giorni fa) Leggi | Commenta
Loading....