Elio Filippo Accrocca

Tra i grandi poeti postbellici italiani, Elio Filippo Accrocca è vissuto sempre a Roma, dove fu allievo di Giuseppe Ungaretti e dove si laureò nel 1947 in Lettere Moderne e Contemporanee con una tesi sulla "Poesia italiana della Resistenza".
La sua importante attività artistica e letteraria nella capitale, la frequentazione e le amicizie con poeti (tra cui Renzo Nanni) e pittori (tra cui Renzo Vespignani) ha dato vita al cosiddetto "Gruppo di Portonaccio": allievi delle lezioni di Ungaretti, gli artisti romani tra la fine della guerra e i primi anni cinquanta ebbero in Accrocca l'esponente di riferimento.
È stato titolare della cattedra di Storia dell'Arte all'Accademia Statale di Belle Arti di Foggia, di cui è stato anche direttore.
Ha diretto, con Cesare Vivaldi, i "Quaderni del Canzoniere", incontro editoriale tra poeti e pittori, e "Piazza Navona", periodico artistico e letterario.
Con Raffaello Brignetti e Franco Fano ha curato i "Quaderni di Piazza Navona" e ha collaborato con numerose riviste letterarie e artistiche ("La Fiera letteraria, Critica d'oggi, Poesia e Arte, Contrappunti"...); ha tenuto rubriche su molti quotidiani ("Il Paese, Il Lavoro, Momento Sera, La Gazzetta del Mezzogiorno, Avanti!, Il Gazzettino"...) e in RAI. (fonte: Wikipedia)
Loading....