Emiliano Mondonico

Nato e cresciuto a Rivolta d'Adda, la sua famiglia di origine gestiva una trattoria in riva al fiume Adda. Si appassionò al calcio sin da piccolo, giocando all'oratorio.
Mondonico crebbe nelle giovanili della Rivoltana, squadra dilettantistica del suo paese; nel 1966 fu ingaggiato dalla Cremonese, con cui giocò una stagione in Serie D e una in Serie C. Nel 1968-1969 esordì in Serie A con la maglia del Torino. Dopo due stagioni scese di categoria per giocare con il Monza (23 gare e 7 reti) e ritornare in A nel 1971-72 all'Atalanta.
Chiuse la carriera dopo il ritorno alla Cremonese, con cui giocò per sette stagioni tra Serie B e Serie C.
Iniziata la carriera da allenatore nel 1979 come tecnico delle giovanili della Cremonese, gli fu affidata la prima squadra grigiorossa nel corso del campionato di Serie B 1981-1982. Rimase in sella alla squadra fino al 1986, ottenendo nel 1983-1984 quello che fu il ritorno dei lombardi in A dopo 54 stagioni. Dopo l'immediata retrocessione in B del 1984-1985, passò nel 1986-87 al Como, col quale ottiene un nono posto in A. (fonte: Wikipedia)

Mondonico, Napoli-Torino non scontata

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - ''Il Napoli è più forte del Torino, ma la squadra di Ventura viene da un pareggio con l'Inter che ha fatto acquisire grande sicurezza ai calciatori. Poi, c'è il fenomeno Cerci che può creare certamente problemi''. Emiliano Mondonico, ex ... (Corriere dello Sport.it - 26 ottobre 2013) Leggi | Commenta

Mondonico, Toro-Juve decisa da episodio

(ANSA) - ROMA - ''Il gol di Pogba ha certamente condizionato la gara, anche se la Juventus ha fatto la partita; il Torino ha giocato la gara che doveva giocare e alla fine è stato il singolo episodio a determinare il risultato''. Così Emiliano Mondonico sul derby. (Corriere della Sera - 30 settembre 2013) Leggi | Commenta
Loading....