(fonte: Wikipedia)

Enrico Gasparotto

Gli esordi e gli anni alla Liquigas
Inizialmente si dedica al calcio (riesce anche a fare dei provini con le giovanili del Milan) ma poi abbandona questo sport per dedicarsi al ciclismo. Dopo i buoni trascorsi da dilettante riesce a passare professionista nel 2005 nella Liquigas-Bianchi. Il debutto è subito molto convincente e nel mese di maggio consegue la prima vittoria da professionista alla Volta Ciclista a Catalunya. In giugno sorprende tutti aggiudicandosi il titolo italiano su strada battendo Filippo Pozzato e Massimo Giunti. Oltre alle due vittorie coglie anche importanti piazzamenti, tra i quali il terzo posto all'Uniqa Classic, il quinto alla Coppa Bernocchi, il sesto nel Gran Premio di Misano Adriatico e il decimo nella Parigi-Tours (prova compresa nel circuito ProTour).
Nel 2006 è ripetutamente vittima di problemi fisici (i più importanti la mononucleosi contratta in inverno ed una polmonite che lo ha colpito in primavera). Pur non correndo con continuità ottiene tuttavia qualche buon piazzamento: il sesto posto nello Scheldeprijs Vlaanderen, l'ottavo al Giro di Polonia e il decimo all'Eneco Tour. Il 30 settembre riesce a cogliere la prima vittoria stagionale al Memorial Cimurri; si classifica poi terzo alla Coppa Sabatini. Il suo 2007 si apre al Challenge de Mallorca: qui si classifica subito quinto in volata al Trofeo de Mallorca e nono al Trofeo Alcudia. Successivamente si piazza secondo nella sesta tappa della Tirreno-Adriatico, con arrivo in salita, dopo una lunga fuga ed è quarto alla Freccia del Brabante. Veste anche la maglia rosa nella prima tappa del Giro d'Italia dopo essere passato per primo al traguardo della cronosquadre vinta dalla Liquigas. (fonte: Wikipedia)
Loading....