Filippo Volandri

Volandri comincia a giocare a tennis all'età di sette anni, spinto da una zia maestra nazionale di tennis (Susanna Paoletti) ma la passione per il tennis è di famiglia: infatti anche la sorella Veronica è maestra di tennis e il padre di Filippo è presidente del Tennis Club Livorno, il circolo in cui Filippo ha preso in mano per la prima volta una racchetta. Nel 1997 passa tra i professionisti e comincia a lavorare con il coach Fabrizio Fanucci, ma le prime partecipazioni ai Futures italiani sono datati 1998, con quattro eliminazioni al primo turno e due secondi turni che contribuiscono a portare in dicembre il tennista livornese alla 520ª posizione del ranking.
La stagione successiva parte subito con la semifinale al Futures italiano F1, a cui segue una lunga serie di sconfitte al primo turno fino alla vittoria del primo torneo della categoria in ottobre e alla semifinale all'F1 di Cipro del mese successivo con conseguente ingresso nei primi 300 del mondo. Nel 2000 cominciano le prime esperienze nel circuito ATP Challenger Series in cui coglie i quarti ad Ahmedabad e Tampere e la semifinale a Samarcanda. In agosto gioca la prima finale di categoria a Praga, ma lo spagnolo Albert Montañés gli concede solo due punti, la vittoria è rimandata però solo di un mese: dopo la semifinale di Aschaffenburg Volandri conquista il challenger di Biella sconfiggendo nel suo cammino il numero 76 Christophe Rochus e in finale il 98 Hernán Gumy. Con questo risultato scala circa cinquanta posizioni e arriva a ridosso dei primi 150. (fonte: Wikipedia)
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Volandri cede a testa alta

Il toscano culla per due set il sogno di sconfiggere David Ferrer, che rimonta e ha la meglio al terzo set. di Andrea Mariotti, 10/05/2016, 20:01. Commenta per primo! Che peccato Filippo. Un film che abbiamo già visto troppe volte, in questi primi ... (Tennis Circus - 49 giorni fa) Leggi | Commenta
Loading....