Finmeccanica

Finmeccanica è il primo gruppo industriale italiano nel settore dell'alta tecnologia e tra i primi player mondiali in difesa, aerospazio e sicurezza. Il suo maggiore azionista è il Ministero dell'Economia italiano.
Come tutto il sistema delle Partecipazioni statali, anche Finmeccanica era esposta a forti condizionamenti da parte dei partiti politici, a maggior ragione per le sue attività in settori "strategici" come l’automobilistico (grande volano di forza lavoro), l’aeronautico e l’energetico (per i quali le commesse pubbliche erano fondamentali). Importante era la sua funzione sociale come datore di lavoro al Sud (stabilimenti Alfasud e Aeritalia di Pomigliano d'Arco).

Il progetto della “grande Finmeccanica”
Dal 1982, con Fabiano Fabiani direttore generale e poi amministratore delegato, prende corpo il progetto della "grande Finmeccanica", cioè di centralizzare nella finanziaria pubblica le aziende italiane attive in settori tecnologicamente avanzati e conferire così una certa "massa critica" alla presenza italiana (pubblica e privata) in settori come le tecnologie spaziali, i sistemi di difesa, la robotica, la microelettronica, fino ad allora frammentata tra le finanziarie Finmeccanica e STET (Iri), Aviofer e FinBreda (EFIM); infatti, pur trattandosi di gruppi con un medesimo azionista (lo Stato), le varie aziende di fatto si muovevano autonomamente e la collaborazione tra di esse era minima. Vi erano inoltre alcuni gruppi privati in difficoltà nei quali Finmeccanica acquisì partecipazioni (risalgono a quegli anni l'ingresso nel capitale dell'Aermacchi, acquisita completamente vent’anni dopo e l’acquisizione delle Officine aeronavali di Venezia). Ma questo processo di centralizzazione fu lento e molto contrastato, per le rivalità politiche nella spartizione degli incarichi ai vertici di aziende e finanziarie. Il 21 maggio 1987 diventa Finmeccanica S.p.A.. (fonte: Wikipedia)

Finmeccanica, Cottarelli conferma taglio spesa per Difesa

L'Italia nel 2013 ha speso per la Difesa circa 18,5 miliardi, ossia l'1,1%-1,15% del pil, secondo quanto riferito oggi dal commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, in un'audizione delle commissioni Difesa di Camera e ... (Milano Finanza - 5 ore fa) Leggi | Commenta

Finmeccanica, Cottarelli conferma taglio spesa per Difesa

L'Italia nel 2013 ha speso per la Difesa circa 18,5 miliardi, ossia l'1,1%-1,15% del pil, secondo quanto riferito oggi dal commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, in un'audizione delle commissioni Difesa di Camera e ... (Milano Finanza - 7 ore fa) Leggi | Commenta

Bonus da 80 euro del Decreto Irpef: ecco gli esclusi

Il giorno delle nomine, Descalzi all'Eni e Moretti in Finmeccanica. Nel pomeriggio 4 ore di confronto Renzi-Padoan. Articolo: 730 precompilato a casa: verso la semplificazione nel DEF di Renzi. Yahoo Finanza - mar 8 apr 2014 20:02 CEST. (Yahoo Finanza - 30 ore fa) Leggi | Commenta

Gruppo Fs utile bilancio 2013

Ultimo bilancio firmato Mauro Moretti, ora passato in Finmeccanica, per il gruppo Fs, che chiude l'esercizio con un utile netto di 460 milioni di euro, in rialzo di 79 milioni di euro rispetto al precedente anno. I ricavi operativi sono risultati in crescita dell'1,2% a ... (Borsa e dintorni - 3 giorni fa) Leggi | Commenta

Moretti lascia le Fs con 2 miliardi di margini

Sesto bilancio consecutivo in utile per le Ferrovie dello Stato: è il passo d'addio dell'ad Mauro Moretti, appena nominato numero uno di Finmeccanica. Lui stesso l'aveva anticipato un mese fa, parlando di «450 milioni di utile, più o meno»: risultati che il ... (il Giornale - 5 giorni fa) Leggi | Commenta
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10