Franco Zeffirelli

L'infanzia tribolata, dovuta al mancato riconoscimento paterno ed alla prematura scomparsa della madre, è stata in qualche modo equilibrata dall'affetto e dall'esempio ricevuti da Giorgio La Pira, suo istitutore ai tempi del collegio nel convento di San Marco a Firenze. Dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti a Firenze, esordì come scenografo nel secondo dopoguerra, curando una messa in scena di "Troilo e Cressida" diretta da Luchino Visconti. Compì, insieme a Francesco Rosi, le prime esperienze nel cinema come aiuto regista dello stesso Visconti in "La terra trema" e in "Senso". nonché di Antonio Pietrangeli ne "Il sole negli occhi" (1953).
Nel 1953 cura Bozzetto e figurini per l'"Italiana in Algeri" per la regia di Corrado Pavolini al Teatro alla Scala di Milano.
Negli anni cinquanta esordì come regista sia in teatro che al cinema.
Alla Scala nel 1954 cura la regia di "La Cenerentola" e di "L'elisir d'amore", nel 1955 "Il Turco in Italia" portata anche in trasferta nel 1957 al King's Theatre di Edimburgo, nel 1957 "La Cecchina, ossia La buona figliuola", nel 1958 "Mignon" e nel 1959 "Don Pasquale", al Teatro Verdi di Trieste nel 1958 "Manon Lescaut" ed al Royal Opera House, Covent Garden di Londra nel 1959 "Lucia di Lammermoor" portata anche in trasferta al King's Theatre di Edimburgo nel 1961, "Cavalleria rusticana" e "Pagliacci". (fonte: Wikipedia)

I migliori film di Tom Cruise in 9 minuti

Classe 1962, Tom Cruise è considerato tra le più grandi star dell'action di sempre. Il suo esordio cinematografico si fa risalire, convenzionalmente, al 1981, quando Cruise interpreta la parte di Billy nel film “Amore senza fine” di Franco Zeffirelli ... (IlCinemaniaco - 42 giorni fa) Leggi | Commenta
Loading....