Fumo di Londra (film)

"Fumo di Londra" è un film del 1966 diretto, sceneggiato ed interpretato da Alberto Sordi ed è il suo primo film da regista. Per certi aspetti, costituisce una sorta di re-interpretazione, ambientata stavolta in terra d'Albione, di un precedente film, sempre interpretato da Sordi, "Il diavolo" (1963) di Gian Luigi Polidoro, che era invece girato in Svezia.
Dante Fontana, antiquario di Perugia e grande ammiratore della cultura anglosassone, si reca a Londra per un'asta: vuole comprare un pezzo di un'urna cineraria etrusca chiamata "zia" (una figura di una donna) in quanto lui possiede l'altro pezzo chiamato "zio" (figura maschile). Immerso finalmente nell'atmosfera della capitale britannica, si impossessa di tutti gli stereotipi del vero "gentleman", prova a spacciarsi per inglese, tenta perfino di rinnegare la propria italianità.
Si veste secondo la tradizione locale indossando un completo "fumo di Londra", una bombetta ed un ombrello. Gira per la città così mimetizzato tra gli abitanti del luogo. Prova persino a mangiare "all'inglese" ma poi deve desistere, ripiegando su un piatto di spaghetti nel tipico ristorante italiano. All'asta conosce una duchessa inglese cui si spaccia per il marchese Fontana, nipote di un marchese Fontana incontrato dalla nobildonna tanti anni fa. (fonte: Wikipedia)
Loading....