Istituto nazionale di statistica

Fu istituito come Istituto Centrale di Statistica nel 1926 (legge 9 luglio 1926, n. 1162), durante il Fascismo, per raccogliere, in forma organizzata, alcuni dati essenziali riguardanti lo Stato.
È stato in seguito riorganizzato, con il decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322 che ha istituito il Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) e ha dettato norme sui compiti e l'organizzazione dell'ISTAT, cambiandone tra l'altro la denominazione in "Istituto nazionale di statistica".
I contenuti pubblicati dell'ISTAT sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
L'Istat è il produttore di statistica ufficiale a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici.
Per statuto, la realizzazione di indagini, studi e analisi è finalizzata alla produzione di statistica ufficiale e a soddisfare il bisogno informativo espresso dalla collettività. Le rilevazioni di pubblico interesse sono stabilite dal Programma statistico nazionale, il documento che regola l'attività di produzione statistica. (fonte: Wikipedia)
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Continua la deflazione italiana

Continua la deflazione italiana

I consumi hanno fatto registrare nel mese di aprile un lieve calo del 0,4% contro il -0,2% di marzo. Per quanto riguarda il contesto europeo, l'Eurostat ha reso noto che in generale si è verificato un tasso d'inflazione pari al -0,2%. I dati Istat ... (gnubik.it - 2 ore fa) Leggi | Commenta
Istat, cresce l'immobiliare: compravendite +5,2% sul 2014

Istat, cresce l'immobiliare: compravendite +5,2% sul 2014

Cresce il mercato immobiliare nel 2015 per il secondo anno consecutivo, dopo una serie negativa iniziata nel 2006: i trasferimenti a titolo oneroso di unità immobiliari (625.305 in tutto) segnano un +5,2% sul 2014. Lo rende noto l'Istat, precisando che ... (Milano Finanza - 2 ore fa) Leggi | Commenta
Lavoro, c'è poco da festeggiare

Lavoro, c'è poco da festeggiare

A festeggiare il 1° maggio saranno circa 22 milioni e 500 mila italiani, quelli occupati, tra lavoratori dipendenti e autonomi, il 56,3% del totale. E nonostante gli ultimi dati Istat sulla disoccupazione tratteggino un miglioramento, i ritardi che il ... (il Giornale - 3 ore fa) Leggi | Commenta
Loading....