Ivajlo Petev

Ha giocato sempre in patria, militando per lo più nella massima serie bulgara. Cominciò la sua carriera nel Liteks Loveč, con cui vinse due campionati consecutivi e una Coppa di Bulgaria.
A fine carriera scese in seconda serie, nel Ljubimec 2007, dove ricoprì anche il ruolo di allenatore. Chiuse la carriera nell'Etar.
Smesso i panni di calciatore, dopo la breve esperienza nel Ljubimec 2007, divenne allenatore del Ludogorec. Con la squadra di Razgrad vinse il campionato di seconda serie bulgara, portando la squadra in massima serie. Da neopromossa vinse due campionati consecutivi, oltre ad una Coppa di Bulgaria e ad una Supercoppa.
All'inizio della stagione 2013-2014, a seguito delle sconfitte in campionato contro il Ljubimec 2007, in Supercoppa ai rigori contro il Beroe e nell'andata del secondo turno preliminare di Champions League contro lo Slovan Bratislava, viene esonerato.
Assunto nell'ottobre del 2013 come tecnico del Levski Sofia viene clamorosamente contestato in fase di presentazioni dai tifosi locali che lo accusarono di essere sostenitore dei concittadini del CSKA dovendo, infine, rinunciare all'incarico. Alla fine dello stesso mese trova l'accordo con l'AEL Limassol (all'epoca in quarta posizione dopo sei giornate), firmando un contratto fino all'estate del 2015 e prendendo il posto di Lito Vidigal. (fonte: Wikipedia)
Loading....