Jacopo Fo

Figlio di Dario Fo e Franca Rame, è nato a Roma nel 1955. Inizia a lavorare a 18 anni pubblicando vignette e fumetti su numerose riviste underground. Nel 1978 è fra gli autori del settimanale satirico "Il Male" che arriva a vendere 150.000 copie. Lavora come costumista e scenografo in numerosi allestimenti del padre, realizza sigle televisive animate e allestimenti di mostre sul teatro. I suoi disegni e testi vengono pubblicati su "il Fatto Quotidiano", "Linus", "l'Espresso", "Zut", "Tango", "Cuore", "Boxer", "Re Nudo", "King" e il Corriere della Sera.
Nell'ottobre del 2011 partecipa alla pubblicazione del nuovo "Il Male" di Vauro e Vincino con fumetti ed inchieste. Nel 1975 pubblica l'opuscolo "Se ti muovi, ti stato" in cui prende le difese di Roberto Ognibene, membro delle Brigate Rosse e, all'epoca del libro, già autore degli omicidi dei militanti missini Giuseppe Mazzola e Graziano Girallucci e del maresciallo dei Carabinieri Felice Maritano. Oltre alla tesi innocentista, Jacopo Fo sostenne che Ognibene sia stato vittima di una montatura dei servizi segreti. (fonte: Wikipedia)
Loading....