Joseph Joubert

A partire dai 14 anni ha seguito i corsi di studio presso un collegio religioso di Tolosa, dove in seguito ha lui stesso insegnato fino al 1776. Due anni dopo si trasferì a Parigi, dove conobbe D'Alembert e Diderot (di cui fu segretario) e divenne amico di Chateaubriand. Ha vissuto quindi il resto della sua vita ospite nei salotti di amici o nella sua casa di Villeneuve-sur-Yonne.
Durante la sua vita non ha pubblicato quasi niente, anche se ha scritto molte lettere, appunti e diari con riflessioni sulla natura dell'uomo, su funzione e scopo della letteratura e sulla filosofia (era un gran lettore di Platone) come pure su altri argomenti affini, con stile commosso ed elegante e spesso in forma aforistica.
Alla sua morte, la vedova ha consegnato le sue carte a Chateaubriand, che ne ha scelta una parte e pubblicata con il titolo di "Recueil des pensées de M. Joubert" (1838). Successivamente sono uscite edizioni più complete, come pure postuma è la pubblicazione della corrispondenza. (fonte: Wikipedia)
Loading....