Mafia

Il termine "mafia" viene usato per indicare una particolare e specifica tipologia di organizzazione criminale, avente tratti caratteristici e peculiari.
Una delle organizzazioni del genere più famose è attualmente nota come "cosa nostra", espressione che si riferisce alla mafia siciliana, che venne utilizzata durante il processo al primo collaboratore di giustizia di cosa nostra americana: Joe Valachi.

Cenni storici ed etimologia
Riguardo l'origine del termine, un primo utilizzo venne registrato in Sicilia nel 1863, nell'opera teatrale "I mafiusi de la Vicaria", ambientata nel carcere della Vicaria di Palermo e scritta da Giuseppe Rizzotto e Gaetano Mosca. Secondo Giuseppe Pitrè il termine "mafioso" indicava una persona, un oggetto o un ambiente "di spicco" "e nell'insieme abbia un non so che di superiore ed elevato" (...) "Una casetta di popolani ben messa, pulita, ordinata, e che piaccia, è una casa mafiusedda" e solo dopo l'inchiesta del procuratore palermitano "è obbligata a rappresentare cose cattive". Tuttavia il Pitré non ne chiarisce l'origine. (fonte: Wikipedia)

Mafia Capitale: confiscati beni per 25 milioni a Diotallevi

L’uomo è considerato dalla procura di Roma il referente di Cosa Nostra nella Capitale (Corriere della Sera - 6 ore fa) Leggi | Commenta

Mafia Capitale, confiscati a Diotallevi beni per 25 milioni

E' ritenuto il referente locale di Cosa Nostra. Sottratte quote, immobili e hotel.. (La Repubblica - 6 ore fa) Leggi | Commenta

Mafia, sequestri e confische per 1,5Mln

23 aprile 2015 8.25 Indagini della Direzione investigativa antimafia di Agrigento hanno portato al sequestro e alla confisca di beni per un valore di oltre 1,5 milioni di euro, riconducibili a 5 esponenti mafiosi dell'Agrigentino, tutti detenuti. I beni sono ... (Rai News - 5 giorni fa) Leggi | Commenta

Mafia sequestrati beni ai boss di agrigento per 15 milioni di euro

Nuovo colpo alle casse della Mafia. La Direzione investigativa antimafia di Agrigento ha sequestrato e confiscato beni per un valore complessivo di oltre un milione e cinquecentomila euro, riconducibili a cinque noti boss della provincia, tutti attualmente ... (Palermomania.it - 5 giorni fa) Leggi | Commenta

Mafia, maxi-sequestro ad Agrigento Nel mirino i beni di cinque boss

I beni sono riconducibili a Giuseppe Falsone, ex capo di Cosa nostra della provincia di Agrigento; Simone e Giuseppe Capizzi, padre e figlio ritenuti elementi di spicco di Cosa nostra riberese; Damiano Marrella, esponente della famiglia mafiosa di ... (Live Sicilia - 5 giorni fa) Leggi | Commenta
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10