Marc Quinn

È noto per "Alison Lapper Pregnant" (una scultura di Alison Lapper installata sul quarto plinto di Trafalgar Square), "Self" (una scultura della sua testa fatta con il suo stesso sangue congelato) e "Garden" (2000).
Quinn ha usato sangue, ghiaccio e feci per fare sculture; il suo lavoro fa riferimento, talvolta, ai progressi scientifici. L'opera di Quinn mostra la preoccupazione per la mutabilità del corpo e i dualismi che definiscono la vita umana: spirituale e fisico, superficie e profondità, cerebrale e sessuale.
Quinn è nato a Londra nel 1964. Ha studiato storia e storia dell'arte al Robinson College (Università di Cambridge). Ha lavorato come assistente per lo scultore Barry Flanagan. Quinn ha iniziato a esibire le sue opere nei primi anni '90. È stato il primo artista rappresentato da Jay Jopling, ed ha esposto al Sensation exibition di Carles Saatchi.
Alcune delle principali esposizioni di Quinn sono Sonsbeek ’93, Arnhem (1993); Give and Take, Victoria and Albert Museum, Londra (2001); Statements 7, Biennale di Venezia (2003) e Biennale di Gwangju (2004). Tra le mostre personali vanno ricordate Tate Gallery, Londra (1995), Kunstverein Hannover (1999), Fondazione Prada, Milano (2000), Tate Liverpool (2002), Irish Museum of Modern Art, Dublin (2004), Groninger Museum, Groningen (2006) and MACRO, Roma (2006), DHC/ART Fondation pour l’art contemporain, Montréal (2007) e Fondation Beyeler, Basilea (2009). (fonte: Wikipedia)
Loading....