(fonte: Wikipedia)

Mario Gómez

Con la maglia del Bayern Monaco, squadra nella quale ha militato dal 2009 al 2013, ha conquistato sette trofei (due campionati tedeschi, due Coppe di Germania, due Supercoppe di Germania e una UEFA Champions League) e si è consacrato come uno dei più forti e prolifici attaccanti in circolazione.
Dopo aver vestito la maglia della Germania in molte nazionali giovanili, debutta in Nazionale maggiore, con la quale ha preso parte all'Europeo 2008, al Mondiale 2010, all'Europeo 2012, di cui è risultato uno dei capocannonieri.
Gómez, di padre spagnolo di Albuñán (Andalusia) e madre tedesca, è cresciuto a Unlingen, in Svevia superiore.
Ha ricevuto i soprannomi "SuperMario" e, per via delle sue ascendenze iberiche, "El torero".

Caratteristiche tecniche
È un attaccante fisicamente prestante e alto ma con uno scarso equilibrio: capace di calciare con entrambi i piedi, abile nel gioco aereo e dotato di ottima tecnica nel dribbling. Può ricoprire la posizione di punta in vari ruoli (3-5-2, 4-2-3-1 e 4-3-3), per sfruttare i cross e i passaggi dei compagni di squadra e battere i rigori. (fonte: Wikipedia)

Un'illusione durata 161 minuti

Rossi esulta contro la Juventus Juan Cuadrado, Mario Gomez e adesso Pepito Rossi. Ecco il trio delle meraviglie che c'era (o ci doveva essere) e non c'è più. Quello che doveva far sognare Firenze. L'attacco letale che avrebbe potuto e dovuto massacrare ... (Fiorentina.it - 22 giorni fa) Leggi | Commenta
Loading....