Matteo Gianello

Inizia la sua carriera nel ChievoVerona, in Serie C1 nella stagione 1993-94, dove non gioca, ma i compagni ottengono la promozione, per poi essere ceduto l'anno successivo in prestito alla Sampdoria, in Serie A. L'esordio in un campionato professionistico è nella stagione 1995-96, ancora al ChievoVerona, in Serie B. Gioca quattro partite subendo un gol. L'anno successivo Gianello diventa il primo portiere dei clivensi, giocando tutti gli incontri e subendo in media un gol a partita. Gli anni successivi segnano il declino del giocatore: solo dodici presenze nel 1997-98, nove nel 1998-99, otto nel 1999-2000, e il rapporto partite giocate-gol subiti è costantemente negativo, tanto che Gianello lascia i veneti per il Siena, in Serie B.
Nel Siena è titolare nella prima stagione, osservando solo da spettatore la cavalcata che porta i suoi ex-compagni in Serie A. Dopo un altro anno al Siena (21 presenze, 35 gol subiti) dove perde il posto a vantaggio dell'argentino Cejas giunto nel mercato di gennaio del 2002, Gianello viene ceduto al Verona, sempre in B, dove è secondo di Gianluca Pegolo e gioca una sola partita, subendo un gol. (fonte: Wikipedia)
Loading....