Oblast' di Orenburg

L'Oblast' di Orenburg è un'oblast' della Russia che si estende nella parte sud-orientale della Russia europea ed occupa una vasta zona degli Urali meridionali al confine con il Kazakistan.
Il terreno attraversato dal fiume Ural e dai suoi affluenti (Samara, Sakmara, Salmys) è molto fertile ed ha favorito le colture agricole, in particolare la cerealicoltura, e le industrie alimentari. Molto sfruttata è la caccia con le annesse industrie conciarie, calzaturiere e tessili. Importante l'allevamento (ovini e cavalli).
La capitale Orenburg (400.000 abitanti) presso la confluenza del fiume Samara nell'Ural possiede un aeroporto e fu fondata intorno al 1750. Dal 1938 al 1957 si chiamò "Čkalov".
La seconda città dell'oblast' è Orsk (275.000 abitanti) alla confluenza del fiume Or' nell'Ural, 56 km a monte del bacino omonimo ottenuto con lo sbarramento dell'Ural e nota per le industrie petrolchimiche.
Altre città importanti sono: Buzuluk (75.000 abitanti) sul fiume Samara nota per le industrie del legno ed alimentari; Soročinsk (32.000 abitanti) sul fiume Samara con industrie alimentari; Sol'-Ileck (35.000 abitanti) sul fiume Ilek importante nodo ferroviario della Transcaspica: Akbulak, sul fiume Ilek, grosso mercato del bestiame; Novotroick (105.000 abitanti), città mineraria (nichel, cobalto e cromo); Gaj, sulla destra dell'Ural ai piedi dei Monti Urali, con le industrie conciarie; Tjulgan e Novosergijevka. (fonte: Wikipedia)
Loading....