(fonte: Wikipedia)

Palazzo Madama (Roma)

Palazzo Madama è la sede del Senato della Repubblica Italiana.
La storia dell'attuale sede del Senato inizia sul finire del Quattrocento, sotto il pontificato di Sisto IV. Il terreno in cui sorge palazzo Madama era appartenuto per quasi cinque secoli ai monaci benedettini dell'abbazia di Farfa. Questi ultimi, nel 1478, lo cedettero al monarca francese che, a sua volta, donò al suo tesoriere nonché vescovo di Chiusi, Sinulfo Ottieri di Castell'Ottieri, parte del terreno compreso fra la torre dei Crescenzi e le Terme di Alessandro, sul quale venne fondato il nucleo originario del palazzo che originariamente avrebbe dovuto ospitare i pellegrini francesi in visita a Roma.

Il nucleo cinquecentesco ed il cenacolo rinascimento
Il palazzo entrò in possesso della famiglia Medici quando il cardinale Giovanni de' Medici, figlio di Lorenzo il Magnifico e futuro papa Leone X, che prima vi abitava in affitto, lo acquistò a rate nel 1505, commissionando un importante restauro a Giuliano da Sangallo. Dopo averlo venduto a causa di pressanti debiti alla cognata Alfonsina Orsini, ne rientrò in possesso nel 1519 alla morte di quest'ultima che glielo lasciò in eredità. Dopo la cacciata della famiglia Medici da Firenze Giovanni, ormai diventato Leone X ne fece la sede romana dell'influente famiglia, e con il trasferimento di quello che era rimasto della sua biblioteca il palazzo divenne anche uno dei centri di irradiamento della cultura umanistica. (fonte: Wikipedia)

Scilipoti in Senato confonde “adoption” con “association”

Anche il senatore Scilipoti è intervenuto a Palazzo Madama nel dibattito sul ddl Cirinnà per le unioni civili. E ha detto tra l’altro: “Voglio solo ricordare la parola di Dio sull’incompatibilità della famiglia, generata da un uomo e una donna, con l’omosessualità. La donna non si vestirà da uomo e l’uomo non... (altroquotidiano.it - 4 giorni fa) Leggi | Commenta
Mappa
Loading....