Paolo e Vittorio Taviani

Il primo è marito della costumista Lina Nerli Taviani.

Biografia e carriera
Appassionati di cinema fin da giovani, furono tra gli animatori del Cineclub di Pisa. Trasferitisi a Roma alla metà degli anni '50, iniziarono a lavorare nel cinema e diressero alcuni documentari tra cui San Miniato luglio '44 con il contributo alla sceneggiatura di Cesare Zavattini. Nel 1960 diressero insieme a Joris Ivens il documentario "L'Italia non è un paese povero", mentre con Valentino Orsini firmarono i film "Un uomo da bruciare" (1962) e "I fuorilegge del matrimonio" (1963). Il loro primo film autonomo fu "I sovversivi" (1967), con il quale anticipavano gli avvenimenti del '68. Con Gian Maria Volonté raggiunsero il grande successo con "Sotto il segno dello scorpione" (1969) in cui s'avvertono gli echi di Brecht, Pasolini e Godard.
La tematica della rivoluzione è poi presente sia in "San Michele aveva un gallo" (1972), adattamento del racconto di Tolstoj "Il divino e l'umano", film molto apprezzato dalla critica, che nel film sulla restaurazione "Allonsanfan" (1974) dove si rilegge il melodramma viscontiano attraverso la lente d'una differente coscienza storica. Protagonista Mastroianni, attorniato da Laura Betti e Lea Massari. Il seguente "Padre padrone" (1977, Palma d'oro al Festival di Cannes), tratto dal romanzo di Gavino Ledda, racconta la lotta di un pastore sardo contro le regole feroci del proprio universo patriarcale. Ne "Il prato" (1979) si riscontrano echi neorealistici, mentre "La notte di San Lorenzo" (1982) narra, con uno stile che è stato definito "realismo magico", la fuga verso "gli americani" di un gruppo di abitanti di un paese della Toscana, dove i tedeschi e i fascisti compiono una strage nel duomo per rappresaglia. La battaglia in un grande campo di grano tra i fascisti di Salò e i partigiani, a cui si sono uniti alcuni dei fuggiaschii, rappresenta il momento culminante di un film che riscuote grandi consensi critici e che vince il gran premio speciale della giuria a Cannes. (fonte: Wikipedia)

Maraviglioso Boccaccio al cinema con Teodora

Il nuovo atteso film di Paolo e Vittorio Taviani, arriva in sala il 26 febbraio distribuito da Teodora Film. (Movieplayer.it - 27 ore fa) Leggi | Commenta

Cosi i Taviani raccontano il «Maraviglioso Boccaccio»

Il trailer del nuovo film dei fratelli (Corriere della Sera - 2 giorni fa) Leggi | Commenta

Carolina Crescentini: una storia d'amore per il Giorno della Memoria

In "Max e Hélène", serie tv in onda il 26 gennaio, è la figlia di un fascista innamorata di un ebreo: "Ruolo che mi sono portata a casa tutte le sere..."Da "Maraviglioso Boccaccio" dei fratelli Taviani a una commedia con John Turturro l'attrice racconta di avere ... (IO donna - 4 giorni fa) Leggi | Commenta

I fratelli Coen presidenti di giuria al Festival di Cannes 2015

Joel e Ethan Coen, celebri per "Fargo", "Non è un paese per vecchi" e "A proposito di Davis", guideranno la giuria sulla Croisette. È la prima volta di un duo, in omaggio alle tante coppie di fratelli registi nella storia del cinema, dai Lumière ai Taviani. (Cinema Fanpage - 10 giorni fa) Leggi | Commenta

Meraviglioso Boccaccio, i fratelli Taviani al cinema il 26 febbraio 2015: presentato il poster

Meraviglioso Boccaccio. Questo è il nome dell’ultima opera degli instancabili fratelli Taviano. Paolo e Vittorio sono nuovamente pronti a stupire il pubblico italiano con una interpretazione completamente innovativa e originale del Decameron di Giovanni Boccaccio, pietra miliare della letteratura italiana.... (Mister Movie - 14 giorni fa) Leggi | Commenta
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10