Piersandro Pallavicini

Ha iniziato a pubblicare racconti su riviste degli anni '90 quali "Versodove", "Addictions", Tina" e "Fernandel", per i cui tipi è uscita la sua raccolta di racconti "Anime al neon" nel 2002.
Il suo romanzo d'esordio è "Il mostro di Vigevano", pubblicato nel 1999 da Pequod. È poi passato alla casa editrice Feltrinelli, per la quale ha pubblicato "Madre nostra che sarai nei cieli" (2002), "Atomico Dandy" (2005) e "African Inferno" (2009). In quest'ultimo, in particolare, Pallavicini esamina il tema dell'immigrazione africana in Italia, ambientando il romanzo nella provincia italiana, a Pavia. Al tema dell'immigrazione africana in Italia appartiene anche il romanzo breve del 2010, "A braccia aperte", pubblicato nella collana "Verdenero Romanzi" delle Edizioni Ambiente. Molto legato al tema dell'immigrazione, Piersandro Pallavicini ha lavorato fino al 2010 con le edizioni "di strada" Ediarco, per le quali ha curato una collana di libri di scrittori italiani sul tema del rapporto Africa-Italia. Per Ediarco ha anche pubblicato i due volumi "Afro-Beats" (racconti) e "L'Africa nel piatto" (racconti e ricette). La particolarità di questi libri (considerati da Pallavicini un "riuscito esperimento di editoria equa e solidale") è che sono acquistabili solo per le strade, dai venditori senegalesi affiliati a Ediarco, cui va direttamente il 50% del prezzo di copertina grazie al salto della distribuzione in libreria. (fonte: Wikipedia)
Loading....