Piperazina

La piperazina è un composto eterociclico esa-atomico in cui sono presenti due atomi di azoto in posizione 1,4. Il composto si presenta sotto forma di cristalli deliquescenti dal gusto salino. Il suo nome deriva dalla somiglianza con la piperidina, un costituente della piperina estratta dal pepe nero ("Piper nigrum").
I derivati della piperazina rappresentano un'ampia classe di composti chimici dall'importante attività farmacologica. Tra questi si annoverano, ad esempio, il viagra e il levitra, l'imatinib, la ciclizina, il trazodone, il nefazodone e varie droghe da abuso. La piperazina e alcuni suoi derivati sono inoltre utilizzati come antielmintici.

Proprietà chimiche e sintesi
La piperazina è solubile in solventi polari quali l'acqua e il glicole etilenico, mentre è insolubile in solventi quali l'etere dietilico. È una base abbastanza forte e possiede pKb=4,19; tende ad assorbire rapidamente l'acqua e l'anidride carbonica presenti nell'aria. Sebbene molti derivati della piperazina siano diffusi in natura, la piperazina può essere sintetizzata facendo reagire l'ammoniaca con 1,2-dicloroetano in ambiente alcolico, il sodio e il glicole etilenico con l'etilendiammina cloridrato o riducendo la pirazina con sodio in etanolo. (fonte: Wikipedia)
Loading....