Polizia stradale

La Polizia stradale, detta anche Polstrada o Stradale, è una specialità della Polizia di Stato italiana avente il compito di svolgere in modo prevalente determinate attività riguardanti la viabilità.
Nacque nel 1928 con il nome “Milizia della Strada”, come specialità della “Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale” e dopo quattro anni, nel 1932, vede stabilito l'ordinamento del corpo la cui denominazione fu modificata in “Milizia Nazionale della Strada”. Le targhe dei veicoli utilizzati dal servizio riportavano il numero sulla prima riga, seguito dalla sigla "MdS", posta su quella inferiore; le motociclette disponevano anche di una targa anteriore, disposta longitudinalmente sul parafango, come già accadeva nel Regio Esercito e nella Regia Marina.
La seconda guerra mondiale porterà con il suo epilogo la caduta del fascismo, della monarchia e la nascita della Repubblica. Gli anni postbellici furono anni di confusione totale che investirono il Paese. La polizia, come tutti gli altri corpi militari, dovette fare i conti con il periodo di sbando che colpì l’Italia. La stradale in questo periodo utilizzò le jeep americane abbandonate dall’esercito statunitense per il servizio di pattuglia e di soccorso; gli uomini utilizzarono per diverso tempo divise diverse tra loro addirittura nei fregi del berretto. (fonte: Wikipedia)
Loading....