Raúl Castro

Figlio di galiziani immigrati a Cuba, è il fratello di Fidel Castro, è stato artefice, insieme a questi, a Ernesto Che Guevara e ad altri personaggi come Camilo Cienfuegos, della rivoluzione cubana e della politica interna del nuovo ordine socialista.
Da giovane partecipò a numerose manifestazioni studentesche di protesta contro il dittatore Fulgencio Batista, il cui colpo di Stato aveva tra l'altro impedito al fratello Fidel di candidarsi alle elezioni del 1952. Dopo che la loro denuncia contro Batista non era stata presa in considerazione, i due fratelli organizzarono un assalto armato alla caserma Moncada a Santiago di Cuba nella Provincia di Oriente, il 26 luglio 1953. La mossa ebbe risultati negativi: molti rivoltosi morirono e altri, come lui stesso, furono condannati a vari anni di carcere.
Il 2 dicembre del 1956, dopo aver goduto di un'amnistia, Raùl Castro dall'esilio volontario in Messico giunse a Cuba su una piccola imbarcazione, il "Granma", insieme al fratello Fidel, a Che Guevara, a Camilo Cienfuegos, e ad altri 77 giovani rivoluzionari (tra cui il partigiano veneziano Gino Doné) al fine di dare inizio alla lotta di liberazione. Il "Movimento del 26 di luglio", dopo un'abile guerriglia condotta soprattutto nella Sierra Maestra, scacciò Batista da Cuba e pose Fidel Castro a dirigere il nuovo stato rivoluzionario cubano (1º gennaio 1959). (fonte: Wikipedia)

Castro al Pontefice "Embargo deve finire, provoca dolore"

(AGI) - L'Avana, 19 sett. - "Affetto, rispetto e ospitalita'": questi i sentimeti espressi a Papa Francesco da Raul Castro nel suo discorso di benvenuto pronunciato dal presidente a "a nome del nobile popolo cubano". "Abbiamo apprezzato il suo sostegno ... (AGI - Agenzia Giornalistica Italia - 20 settembre 2015) Leggi | Commenta
Loading....